Calcio

Serie B, Spal: serve un cambio di marcia

La Spal ha perso molti punti nell’ultimo mese, e adesso rischia di scivolare fuori dalla zona playoff. Ora è settima a quota 36, ed un paio di passi falsi potrebbero costargli il posto nella zona calda del campionato. Nel finire di febbraio incontrerà Vicenza e Reggina, due neopromosse che tuttavia quest’anno si stanno dimostrando molto insidiose.

La Spal ha bisogno di punti

Marino ha cominciato bene il campionato, ma nell’ultimo mese la Spal ha perso tanti punti: l’ultima vittoria risale al 18 gennaio scorso, quando i biancocelesti si imposero per 2-0 sulla Reggiana. In seguito pareggio con Cremonese, Monza, Cosenza ed Empoli, senza contare la sconfitta con il Pordenone (ed il KO in Coppa Italia con la Juventus). Certo ci sono state partite impegnative, ma la Spal ambisce alla Serie A, e perdere tanti punti di certo non aiuta. Deve ripartire nella prossima giornata con il Vicenza, per ricominciare a fare punti e soprattutto rimanere lontano dagli inseguitori. Certo i biancorossi in questo momento sono un avversario insidioso, ma la Spal di Marino sa il fatto suo e deve ritrovare la forma che ha tenuto per gran parte del torneo. Riusciranno a tornare in pista?

Marino anche in futuro?

Marino è l’uomo giusto per la panchina? Il tecnico ex Empoli e Spezia ad inizio stagione ha messo in campo una buona squadra, che sa stare in campo e che di certo insidia le altre big. Ha vissuto la prima parte del campionato come protagonista, senza mai mettere in dubbio il suo posto nei playoff. Adesso però sta passando un mese pieno di scivoloni, che rischiano di compromettere tutto il campionato. E’ presto per parlare di esonero, ma bisogna tornare a fare punti per evitare che ciò accada. Riuscirà il tecnico siciliano a ritornare quello di inizio stagione?

Foto Credit – Pagina Facebook Ufficiale Spal

Vieni a seguirci su Facebook

Adv

Related Articles

Back to top button