CalcioSport

Serie D, promossi e bocciati della 24a/27a giornata

Serie D sempre più vicina al suo momento più caldo, quando mancano 10 giornate alla fine. Valutiamo quello che è avvenuto nell’ultima giornata nei nove gironi…

Girone A

Promossi – Lucchese: vincere in trasferta contro il Savona non era scontato, se poi i tre punti ti lanciano in testa alla classifica del girone, perché il tuo avversario diretto rallenta in modo inaspettato, è davvero una domenica da incorniciare. Vado: uscire dalla zona play-out è possibile, ma serve grande volontà. Il Vado si va a prendere tre punti non scontati, vincendo in trasferta contro il più quotato Fossano, giusto gli si riconosca il merito.

Bocciati – Prato: per pareggiare in casa contro la 12a in classifica, la squadra di Esposito sceglie proprio la settimana sbagliata ed ora per la formazione toscana, riprende l’inseguimento alla capolista. Fezzanese: con la sconfitta di domenica, sono quattro di fila le gare nelle quali la squadra di Sabatini, esce dal campo senza punti. Un’involuzione pericolosa, che se non interrotta, può trasformare il resto della stagione in un incubo.

Girone B

Promossi – Pro Sesto: la vittoria contro la seconda in classifica è un bel segnale di forza, che la Pro Sesto lancia ai suoi avversari. Non era facile, ma dopo il passo falso della domenica precedente, questa vittoria rimette, in qualche modo, le cose apposto. Folgore Caratese: il treno per i play-off è ancora lungi dal chiudere le porte, ma chi ha tempo, come si sa, non deve aspettare tempo. Bella la vittoria che la Folgore Caratese ottiene in trasferta contro lo Scanzorosciate. Giusto plaudirla.

Bocciati – Arconatese: si può perdere in molti modi, ma quando si subisce un poker di reti sul proprio terreno di gioco, occorre l’umiltà giusta per valutare quanto accaduto e rimettersi al lavoro. Scanzorosciate: peccato, la corsa verso posizioni migliori in graduatoria subisce una battuta d’arresto, che sarebbe stato meglio non arrivasse. C’è tempo, ma gli scontri diretti devono dare punti.

Girone C

Promossi – Cjarlins Muzane: lo sgambetto che la formazione di mister Moras fa alla capolista Campodarsego, è la riprova che la Serie D è il campionato dell’imprevedibilità, ma anche che nulla è impossibile quando c’è voglia di soffrire. Per la salvezza è fatta, ora il Cjarlins Muzane può divertirsi guardando in alto. Belluno: un gol basta per portarsi tre preziosissimi punti a casa, che hanno non solo l’effetto di tenere lontano dalla zona play-out il Belluno, ma che danno in dote alla squadra, anche una settimana di lavoro più “serena”.

Bocciati – Legnago Salus: la squadra di Bagatti si fa fermare sul pareggio casalingo dal Delta Porto Tolle ed alla fine si deve parlare di due punti persi, per tentare di agganciare la prima della graduatoria. Peccato. Luparense: domenica la formazione affidata a Centurioni ad inizio mese, ha incassato la quarta sconfitta consecutiva, questa volta arrivata per mano dell’Union Clodiense. Serve cambiare marcia. In fretta.

Girone D

Promossi – Calvina: la squadra di Michele Florindo conquista la quarta vittoria consecutiva e conferma di essere il gruppo più in forma, in questo segmento di stagione. Se la squadra mantenesse questo ritmo, i play-off sarebbero assicurati. Vedremo. Crema: uscire dalle sabbie mobili dei possibili play-out, non è mai facile. Vincere in trasferta uno scontro diretto, tuttavia, è il modo migliore per farlo. Il Crema ci riesce contro il Sasso Marconi ed ora il gap da recuperare per la salvezza diretta, è di soli quattro punti.

Bocciati – Fiorenzuola: forse il Mantova ha davvero quel qualcosa in più che giustificherà a fine stagione, l’addio alla Serie D per il campionato di Serie C, ma ora che il Fiorenzuola ha incassato la terza sconfitta consecutiva, deve pensare un po’ a sé e riprendere a giocare come sa. Sammaurese: diciamolo subito, un pareggio interno contro una diretta avversaria per la salvezza, non è la fine del mondo, ma nemmeno il modo migliore di dimostrare che si hanno le carte in regola per evitarsi i pericolosi play-out.

Girone E

Promossi – Grosseto: il girone E, come del resto capito e sottolineato da tempo, è di quelli a cui non piace avere un padrone, il Grosseto, tuttavia, supera in casa il Monterosi e prova a domare un campionato, che potrebbe riaprirgli le porte del professionismo. Grassina: la quarta vittoria nelle ultime cinque gare, vale alla squadra di Innocenti, un balzo in classifica non insignificante. La seconda posizione dista ora due punti e la vetta tre…

Bocciati – Albalonga: peccato, la quarta sconfitta stagionale, arrivata domenica in trasferta contro la Trestina, in qualche modo non fa onore al bel campionato dell’Albalonga, che peraltro perde un’occasione utile, per riportarsi sotto al Monterosi. Scandicci: è un campionato a corrente alternata per la formazione di Davitti, che così facendo mette in discussione il suo ingresso nei play-off. Per questo obiettivo, serve qualcosa in più.

Girone F

Promossi – Matelica: se domenica scorsa avevamo criticato il pareggio ottenuto in casa contro il Campobasso, in questa occasione non si può non inserire il Matelica tra i promossi della giornata. La vittoria su un campo comunque insidioso come quello della pericolante Sangiustese, riduce a sole tre lunghezze, la distanza dalla prima in classifica. Ora occorre non decelerare. Avezzano: certo, alla fine questo turno di campionato ha portato solo un punto, ma il fatto che sia stato ottenuto contro la quarta forza del girone, lo impreziosisce. Ne servono ancora parecchi per evitare la retrocessione diretta, l’Avezzano deve far tesoro di occasioni come questa.

Bocciati – S.N. Notaresco: che fine ha fatto quella squadra che abbiamo ammirato nella prima parte di stagione? Il pareggio interno contro il Tolentino, mette in seria discussione la prima piazza in classifica, ora che il Matelica, invece, pare riesca a spingere in modo più convincente. Sangiustese: è decisamente un momento no per la squadra di Roscioli. Domenica è arrivata la quinta sconfitta consecutiva, la nona nelle ultime dieci giornate. Così, rimanere in Serie D, non sarà facile.

Girone G

Promossi – Portici: centrare la salvezza diretta è ancora possibile, non solo perché alla fine della regular season mancano ancora 10 giornate, piuttosto perché prendersi un punto, in trasferta, contro la terza in classifica, è ciò che occorre per obiettivi come questo. Città di Anagni: fosse una giostra, il campionato della squadra di Mancone assomiglierebbe alle montagne russe. Due domeniche fa la caduta interna con il Muravera, ieri la vittoria esterna contro l’Arzachena. I tre punti sono arrivati, bene, ora occorre continuità.

Bocciati – Budoni: non si può essere bocciati per una sconfitta in trasferta contro la prima in classifica, questo no, ma farlo incassando l’equivalente di un set del tennis, non è facilmente digeribile. Non è il momento di arrendersi così. Latina: la squadra può ottenere l’ingresso nella griglia play-off ed i tifosi se lo meriterebbero, però continuare a pareggiare le sfide interne al “Francioni”, con squadre più in basso in classifica, non aiuta di certo.

Girone H

Promossi – Audace Cerignola: la classifica, anche in testa, è così corta che tutto più ancora accadere. Ecco allora che la vittoria della squadra di Feola sul campo del Bitonto, assume un peso specifico davvero notevole. Sorrento: prova di forza degna di nota, quella che il Sorrento sfodera contro il Casarano. Il 7-0 finale la dice lunga su come non si possa ritenere la formazione campana, definitivamente fuori dai giochi.

Bocciati – Taranto: non è certo un campionato facile per i rossoblu, troppe le cose che non stanno andando nel verso giusto. Nell’ultimo weekend è arrivata la sconfitta numero 10 ed anche questa, ovviamente, non è affatto una buona notizia. Bitonto: dalle stelle alle stalle nel giro di sette giorni. E’ possibile? Sì, è la Serie D ed il Bitonto deve farci i conti, se vuole salire tra i professionisti.

Girone I

Promossi – San Tommaso: forse la Palmese è ormai un esercito in rotta, ma ottenere sul suo campo tre punti d’oro in chiave salvezza, merita comunque un plauso. Questa vittoria, tuttavia, non deve rimanere un caso isolato. Savoia: il poker imposto al Licata, è un bel modo per dire a tutte le altre formazioni del girone, che il Savoia, vada come vada, non molla. E’ lo spirito giusto, se si vuole credere (davvero) alla “C”.

Bocciati – Cittanovese: la formazione di Ferraro ha chiuso l’ultimo weekend con la sconfitta numero 12 del campionato. Il suo andamento è il peggiore del girone I della Serie D. I giochi non sono ancora fatti, occorre riprendere a correre per tenersi fuori dalla zona play-out. Palmese: i neroverdi non riescono a fermare l’emorragia di gol al passivo, che dall’inizio della stagione li ha contraddistinti. Mancano ancora 10 gare, ma anche nell’ultimo weekend, non sono arrivati segnali utili.

(Photo credit in evidenza: Società Sportiva NOLA 1925)

Articolo precedente

Seguici su:

Pagina Facebook Il calcio di Metropolitan

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine Italia

LND

Adv

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?

Related Articles

Back to top button