Calcio

Serie A delle 15: Lazio straripante all’Olimpico e la Samp vola con Quagliarella

Nelle gare pomeridiane del campionato di Serie A, vincono Lazio, Sampdoria, Crotone e Bologna, pareggiano invece Udinese, SPAL, Sassuolo e Torino

Bologna – Benevento 3-0

Marcatori: 35′ Destro (B), 73′ De Maio (B), 88′ Dzemaili (B)

Sfida molto equilibrata nell’insieme nel corso dei primi 45 minuti, con il Benevento che si fa apprezzare per una buona intraprendenza nella zona di attacco. Al 35′ a portare in vantaggio la formazione di Donadoni è tuttavia Destro, bravo a prendere il tempo alla difesa avversaria in occasione di un calcio di punizione ottenuto dai padroni di casa sulla trequarti destra.

Nella seconda parte di gara il Benevento cala un po’, e per il Bologna arrivano alcune buone opportunità per migliorare lo score. A sfruttare una di queste è Di Maio, il quale al 73′ porta a due le reti dei rossoblu, tornando al gol dopo ben due anni di digiuno. Sul finire di gara centra il gol anche il rientrante Dzemaili, di nuovo in Italia dopo una parentesi canadese.

H. Verona – Crotone 0-3

Marcatori: 3′ Barberis (C), 54′ Stoian (C), 68′ Ricci (C)

E’ con una punizione da standing-ovation che Barberis al 3′ minuto porta avanti il Crotone nella sfida del “Bentegodi”, entrando per la sua prima volta nel tabellino dei marcatori in una gara di Serie A. Intorno alla mezz’ora l’Hellas Verona colpisce un palo con Hertaux e poi recrimina per un possibile rigore, ma Rocchi decide di non concederlo dopo il contributo del VAR.

La squadra di casa cambia il proprio assetto nella seconda parte di gara facendosi più aggressiva, alla ricerca quanto meno del pareggio. Lo sforzo è tuttavia inutile, ed al 54′ Stoian fredda Nicolas portando a due le reti per la squadra di Zenga. Le cose per la squadra di casa si mettono, se possibile, anche peggio, quando Zuculini rimedia il terzo rosso della stagione dopo un’entrata scomposta ed inutile a centrocampo. Si spiega anche così lo spazio che si crea in mezzo al campo e che Ricci al 68′ sfrutta per portare a tre le reti del suo Crotone.

Lazio – Chievo 5-1

Marcatori: 24′ L. Alberto (L), 25 Pucciarelli (CV), 30′ e 68′ Milinkovic-Savic (L), 83′ Bastos (L), 86′ Nani (L)

E’ la Lazio a fare la partita, che al 24′ passa con Luis Alberto, dopo una giocata sulla destra di Marusic. Il Chievo Verona reagisce immediatamente e nel minuto successivo con Pucciarelli centra il pareggio. Al 32′ la formazione di Inzaghi torna di nuovo a condurre con il gol firmato da Milinkovic-Savic. Proprio sul finire del primo tempo gli ospiti potrebbero fruire di un calcio di rigore, ma il VAR non conferma, ed i biancocelesti possono tornare negli spogliatoi per la pausa di metà gara in vantaggio.

La Lazio rimane padrona del campo anche nella ripresa, e con lo stesso Milinkovic-Savic allunga ulteriormente al 68′ minuto. A far calare il poker alla squadra di Inzaghi è la rete di Bastos all’83’, seguita dal gol di Nani tre minuti più tardi, che arriva per suggellare al meglio la vittoria numero 13 in questa stagione di Serie A.

Sampdoria – Fiorentina 3-1

Marcatori: 30′, 60′ e 68′ Quagliarella (S), 80′ Sanchez (F)

Tanto i padroni di casa quanto i Viola sfiorano più volte il vantaggio in avvio di gara, ma è al 30′ che Quagliarella, da attaccante di razza, trova il modo di portare in avanti i blucerchiati. Basta la prodezza dell’attaccante classe ’83 per decidere a favore della squadra guidata dalla panchina da Giampaolo il primo tempo.

Nella ripresa il bomber dei liguri concede il bis al 60′ e per la Fiorentina diventa notte fonda. Quagliarella rimane incontenibile anche nei minuti successivi, tanto da realizzare la sua ennesima personale tripletta in Serie A al 68′ minuto. All’80’ Sanchez accorcia le distanze su azione di calcio d’angolo, ma il suo gol risulterà utile solo per gli amanti delle statistiche.

Sassuolo – Torino 1-1

Marcatori: 26′ Obi (T), 54′ Berardi (S)

Falcinelli è di certo l’uomo più pericoloso del Sassuolo, che potrebbe centrare la rete del possibile vantaggio in avvio di gara. E’ tuttavia il Toro a realizzare la rete che sblocca la sfida con Obi al 26′ minuto, già in gol contro i neroverdi nella partita di andata. Seguono altre emozioni, ma alla pausa i granata ci arrivano comunque in vantaggio.

Al 54′ un bel movimento di Berardi, concluso con un destro imprendibile per Sirigu, rimette in carreggiata il Sassuolo, che poi continua a spingere alla ricerca della vittoria. La squadra di Iachini costruisce ma spreca, arrivando a colpire anche un palo, e la gara finisce per terminare con un pareggio forse inutile per entrambe le formazioni.

Udinese – SPAL 1-1

Marcatori: 11′ Samir (U), 49′ Floccari (S)

La gara si sblocca all’11, con de Paul a disegnare dalla bandierina del corner la parabola sulla quale interviene a deviare Samir, la risposta di Gomis non è all’altezza, ed i friulani passano in vantaggio. La SPAL ci prova più volte, sino a coronare i propri sforzi con il pareggio realizzato da Floccari al 49′.

I ventidue in campo prendono allora ad affrontarsi all’arma bianca, anche se è la formazione spallina a mantenere un maggior equilibrio in mezzo al campo. La sfida rimane divertente fino al triplice fischio finale dell’arbitro Doveri, ma il risultato non cambia più.

(Fonte foto: pagina FB U.C. Sampdoria)

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?
Back to top button