Informare

Sicurezza sul lavoro: i vantaggi offerti dalle linee vita

Le linee vita consistono in sistemi di ancoraggio per nulla invasivi e che, proprio per questo motivo, si rivelano molto comodi. Grazie a queste soluzioni discrete, si ha la possibilità di lavorare ad alta quota in condizioni di sicurezza ottimali e senza correre rischi di alcun genere, come ci hanno spiegato gli specialisti di Tecnoliving.

Conosciamo più da vicino le linee vita: di che cosa si tratta?

Stiamo parlando di prodotti che hanno iniziato a diffondersi da qualche anno a questa parte e che negli ultimi tempi hanno raggiunto un successo considerevole: parecchi professionisti, infatti, scelgono le linee vita come alternativa efficace e pratica rispetto a soluzioni che hanno un costo più elevato e che risultano più invasive. In concreto, si può definire la linea vita come un sistema di ancoraggio formato da dispositivi a cui collegarsi per i lavori in quota, come per esempio un cavo di acciaio ,dei pali di ancoraggio o dei ganci . Tale sistema viene collocato in corrispondenza della copertura di un edificio, e nella tipologia piu’ diffusa, presenta punti che sono collegati alla struttura primaria, alla quale si deve collegare una fune. In alternativa, è possibile fissare degli ancoraggi singoli o un binario, a cui poi ci si aggancia per mezzo di specifici dispositivi di protezione, quali navette, moschettoni o imbracature. 

Quali sono le caratteristiche più importanti delle linee vita?

Senza dubbio la flessibilità è una delle prerogative più significative, e infatti le linee vita sono in grado di adattarsi a una vasta gamma di coperture diverse. Esse possono essere temporanee o permanenti, a seconda della tipologia di cui si ha bisogno, e in genere vengono realizzate in acciaio inox o in acciaio. Per tutti questi motivi, una linea vita è la migliore soluzione per poter lavorare ad alta quota in condizioni di sicurezza, potendo usufruire di una notevole libertà di movimento. 

Ma qual è lo scopo di una linea vita?

Il principale obiettivo per cui essa viene utilizzata è quello di garantire i più alti standard di sicurezza ad alta quota, affinché possa essere ridotto in modo consistente il numero di incidenti che avvengono ogni anno sulle coperture o sulle strutture in quota. Entrando più nei particolari, le linee vita sono progettate e create al fine di prevenire le cadute dall’alto o in spazi profondi. Per mezzo del sistema di ancoraggio, il lavoratore viene trattenuto e bloccato
in caso di scivolamento o caduta, per esempio nel momento in cui perde l’equilibrio o quando inciampa. La linea vita è un dispositivo altamente versatile, che non è utile unicamente per il comparto edilizio ma anche, per esempio, per il settore terziario e per quello industriale. Vi si può ricorrere anche per lavori di modesta entità o di breve durata: per esempio la sostituzione delle tegole di un tetto, la pulizia delle grondaie o di un impianto fotovoltaico, la sistemazione dell’antenna tv e così via, cioè in tutti quei lavori in cui non è giustificato l’utilizzo di un ponteggio o di pari sistemi collettivi.

Ci sono obblighi specifici a proposito delle linee vita?

In generale, ogni volta che vengono programmati dei lavori in quota, vale a dire oltre i 2 metri rispetto al piano di calpestio, devono essere predisposte le misure di sicurezza che occorrono per tutelare i lavoratori e per prevenire pericoli, al di là dell’entità dei lavori stessi: lo prevede il D. Lgs. n. 81 del 2008, che è il riferimento normativo per il settore, se i lavori saranno grandi lavori allora si preferiranno opere provvisionali con dispositivi collettivi , al contrario se saranno lavori di piccola entità oppure in spazi troppo angusti, si ricorrerà all’utilizzo di ancoraggi o sistemi di trattenuta come ad esempio le linee vita . Ci sono, poi, le leggi locali, che possono cambiare da una regione all’altra e che regolamentano fra l’altro le modalità di installazione. Chi gestisce i lavori è chiamato a scegliere il sistema che deve essere utilizzato per fare in modo che una lavorazione in quota possa essere messa in sicurezza, tenendo conto sia delle norme in vigore che della buona prassi. La precedenza deve essere attribuita ai dpc, e in tutti gli altri casi vanno adoperati i dpi e le linee vita. Il momento più appropriato per installare una linea vita è durante la costruzione del tetto, oppure in occasione di una manutenzione straordinaria.

Affidarsi a Tecnoliving

Fondata nel 2010, Tecnoliving si è sempre fatta riconoscere per la qualità dei suoi interventi, riguardanti edifici sia industriali che civili, destinati a essere ammodernati, consolidati o ristrutturati. L’azienda ha sede a Vigevano, vicino al confine tra la Lombardia e il Piemonte, ma è operativa in tutto il Nord Italia, mettendo a disposizione dei clienti un pacchetto completo di servizi per la realizzazione di lavori in spazi confinati o in quota.

Back to top button