Metropolitan Today

Sky Italia, 31 luglio 2003: nasce la TV satellitare

Sky Italia: è il 31 luglio 2003 quando dalla fusione di Tele+ e Stream Tv nasce Sky. Ricordando l’evento che ha cambiato il mondo della televisione satellitare ed i fatti del giorno.

Sky Italia e la televisione satellitare

La nota piattaforma televisiva italiana che nasce dal parere favorevole della Commissione europea: la fusione tra TELE+ e Stream TV, dà luogo, infatti a Sky Italia. Una piattaforma satellitare appartenente al gruppo News Corporation. La novità sta nella possibilità di scelta del telespettatore: colui che decide di abbonarsi, ha in dotazione una parabola, un decoder ed una smart card. Gli strumenti permettono ad ogni abbonato di avere a disposizione oltre cento canali a tema, ed i quaranta canali premium che virano dal cinema al calcio.

Sky Italia primo logo - Photo Credits: web
Sky Italia primo logo – Photo Credits: web

Una vera e propria rivoluzione della TV: negli anni, molti volti noti della TV generalista trasleranno al gruppo Sky; presentatori, comIci, giornalisti. La novità è un palinsesto ricco, a portata di scelta in base ai gusti ed alle attitudini del telespettatore: programmi scientifici, di arte, film e persino pacchetti base con programmazioni varie o a tema, a scelta di colui che ne usufruisce.

Eventi storici del giorno

31 luglio 1498, Cristoforo Colombo scopre Trinidad. E’, invece, il 31 luglio 1928, quando Elizabeth Robinson vince i 100 metri alle Olimpiadi di Amsterdam, la prima gara femminile di atletica leggera alle Olimpiadi. Il 31 luglio 1941, invece, Herman Goring inizia a pianificare la terribile Soluzione Finale che causerà l’Olocausto degli ebrei. Tredici anni dopo, il 31 luglio 1954, Ardito Desio, Achille Compagnoni e Lino Lacedelli conquistano la vetta del K2. Infine, 31 luglio 2012, Michael Phelps batte il record del maggior numero di medaglie olimpiche vinte, detenuto da Larisa Latynina.

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button