17.4 C
Roma
Maggio 16, 2021, domenica

Spagna, al voto nella Comunità autonoma di Madrid

- Advertisement -

È finalmente arrivato il 4 di Maggio, il giorno delle elezioni nella comunità autonoma di Madrid (una istituzione simile alle nostre regioni che comprende al suo interno la città di Madrid), dove da diversi mesi si sta tenendo un braccio di ferro tra la Presidente in carica del partito popolare di centro destra Isabel Díaz Ayuso e il governo centrale spagnolo di centro sinistra guidato da Pedro Sánchez (PSOE).

Già dal 15 Marzo Isabel Díaz Ayuso twittava “Comunismo o libertad”. Mentre infatti il governo di centro sinistra annunciava il rafforzamento delle restrizioni e l’obbligo di usare la mascherina all’aperto dai 6 anni in su, nella comunità autonoma di Madrid si sono adottate misure meno restrittive nonostante la situazione ad alto rischio. Negozi, cinema e teatri chiusi alle 22, bar e ristoranti chiusi alle 23 e coprifuoco dalle 23 alle 6 di mattina. In opposizione netta al motto scelto da Isabel Díaz Ayuso anche la sinistra ha risposto con un motto altrettanto forte: “Democracia o fascismo”.

Le elezioni di Madrid per questo motivo sono osservate con grande attenzione da tutta Europa: si tratta infatti di un voto che se confermasse l’attuale presidente Isabel Díaz Ayuso potrebbe avere una forte influenza sulla politica non solo della Spagna ma anche del resto del paese. Ad aumentare il clima di tensione ci sono poi le minacce di morte che hanno ricevuto Pablo Iglesias, leader di Podemos e candidato alle elezioni dopo aver lasciato la vicepresidenza del governo, la stessa Ayuso e altre personalità politiche.

Al momento la favorita sembra essere la Presidente in carica Isabel Diaz Ayuso, ma per governare a meno di un successo oltre alle aspettative potrebbe aver bisogno del sostegno di Vox, partito neofranchista di estrema destra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -