Games

Spicy – La battaglia delle spezie

Spicy racconta la storia di 3 grandi felini, che stanchi di lottare per il predominio si accordarono in modo da concludere per sempre la lotta ad una gara all’ultima… spezia. Ma attenzione, qualcuno bluffa.

Spicy è un gioco ideato da Zoltan Gyori e illustrato da Jimin Kim, edito da Studio Supernova, una realtà dedicata alla pubblicazione e distribuzione di giochi da tavolo, di carte e di ruolo nata nel 2019. Il gioco è giocabile dalle 2 alle 6 persone e adatto ad un pubblico dai 10 anni in su. Un partita in media dura circa 15 minuti.

Spicy – Foto di Dario Bettati

Contenuto della scatola:

  • 100 carte “Spezia” (nere)
  • 1 carta “Fine del Mondo” (celeste)
  • 3 carte “trofeo” (bianche)
  • 6 carte “Speziali” (rosse)
  • Regolamento
Tipi di Carte – Foto di Dario Bettati

Spicy – Come si gioca?

Si tratta di un gioco di carte con una meccanica incentrata soprattutto sul bluff. Nel proprio turno, procedendo in senso orario, ciascun giocatore dovrà calare dalla propria mano una carta coperta, credo man mano una pila, dichiarando il valore e la spezia della carta. In questa fase ognuno potrà barare su entrambe le dichiarazioni o su una sola delle “componenti” della carta, ad esempio: calare un 2 pepe e dire 3 wasabi, oppure 2 wasabi o 4 pepe. Gli altri giocatori, in qualunque moneto, potranno dubitare della dichiarazione appoggiando la propria “zampa” sulla pila e specificando cosa secondo loro non corrisponde a verità, d esempio: non è pepe oppure non è un due. Chi non gioca una carta può passare, ma dovrà pescare un carta dal mazzo

Chi vince, la sfida? quindi chi ha riconosciuto il bluff, oppure colui che ha giocato la carta qualora l’accusatore non abbia indovinato, prende tutta la pila delle spezie che varranno dei punti, m attenzione, non dovrà rigirarle ma tenerle coperte . Il perdente della singola “sfida” pesca invece due carte dal mazzo. Chi gioca l sua ultima carta deve dichiararlo, altrimenti dovrà pescare.

Come conquistare una carta “Trofeo”? Se l’ultima carta non viene sfidata, oppure, se l’ultima carta viene sudata e chi l’ha giocata vince la sfida.

Chi vince?

Il gioco finisce quando:

  • un giocatore che conquista 2 carte “Trofeo” per primo
  • le tre carte “Trofeo” vengono conquistte
  • si pesca la carta “Fine del Mondo”

Se un giocatore ha due trofei vince immediatamente, altrimenti si contano i puntini: ogni spezia vale un punto e le carte trofeo 10 punti, sottraendo un punto per ogni carte ancora nella mano. Vinche chi fa più punti.

Commento e valutazione

Una sorta di Roulette Russa felina, se la Roulette Russa si giocasse con le carte e se bluffare non mettesse a repentaglio la vita. Qui al massimo ci si becca qualche graffio, o magari ci si scotta la lingua. Il gioco è veramente molto divertente, promette coinvolgimento e adrenalina, premiando i giocatori più attenti a dettagli o che sapranno bluffare meglio degli altri.

  • Punto di forza: la su meccanica permette molteplici sviluppi e “finali alternativi”.
  • Punto debole: una singola partita rischia di essere molto breve (o magari anche questo è un punto di forza?)

Voti: 

  • Idea: 6,5
  • Giocabilità: 7
  • Grafica: 8

Dario Bettati

!Seguiteci tramite la pagina Facebook e il nostro canale Instagram!

Dario Bettati

Laureato in Teorie e Pratiche dell’Antropologia e laureato magistrale in Discipline Etno-Antropologiche. Studioso e appassionato delle “declinazioni” più contemporanee e "Pop" della cultura e della società, divulgatore scientifico, ma soprattutto un grande e grosso NERD.
Back to top button