Attualità

Spionaggio, Iran condanna a morte spie USA e Regno Unito

Spionaggio compiuto per conto di USA e UK: così i tribunali iraniani hanno emesso la sentenza in primo grado di condanna a morte.

Spionaggio reso noto attraverso il portavoce della magistratura di Teheran, Gholamhossein Esmaili: c’è una condanna a morte per una persona accusata di spionaggio per gli Stati Uniti e una pena detentiva di dieci anni ad altre due persone, più una quarta persona è già in carcere per lo stesso crimine nel Regno Unito.

Accuse per conto degli Stati Uniti

Spionaggio condannato con la pena di morte: l’Iran spesso emette pesanti condanne con accuse simili. Infatti a giugno, l’Iran ha dichiarato di aver giustiziato un ex dipendente dell’ente aerospaziale del Ministero della Difesa con l’accusa di spionaggio per la Central Intelligence Agency degli Stati Uniti. Inoltre, l’Iran in agosto ha arrestato decine di spie in organi statali, molti dei quali erano cittadini doppi.

“Uomini condannati a morte per spionaggio”
“Uomini condannati a morte per spionaggio – Fonte: www.lasicilia.it”

L’Iran condanna per spionaggio

In particolare, i pubblici ministeri iraniani chiedono la pena di morte per diversi sospetti. Ovvero spie per conto degli Stati Uniti, secondo quanto riportato dai media di stato. Nello specifico, i tribunali iraniani hanno condannato a morte una persona incolpata di essere una spia per l’America, confermando l’arresto di un antropologo iraniano-britannico. Di contro, l’antropologo, di cui non è rivelata l’identità, ha fatto ricorso in appello contro la sentenza stessa.

Carcere per altri sospettati

Ciò è dichiarato dal portavoce della magistratura iraniana, Gholamhossein Esmaili martedì durante una conferenza stampa a Teheran, secondo quanto riferito dal sito Web della magistratura, Mizan. Inoltre, i tribunali di Teheran hanno inflitto dieci anni di carcere ad altri sospettati, tra cui una donna iraniana accusata di spionaggio nel Regno Unito, la quale ha confessato di aver collaborato con l’Intelligence britannica.

“Gholamhossein Esmaili durante la conferenza stampa mentre rende note le accuse di spionaggio”
“Gholamhossein Esmaili durante la conferenza stampa mentre rende note le accuse di spionaggio – Fonte: www.middleeastmonitor.com”

I verdetti arrivano tra le crescenti tensioni tra Teheran e Washington da quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, lo scorso anno, ha reintrodotto sanzioni che hanno paralizzato l’economia della Repubblica islamica.

Back to top button