Cinema

Sport e amicizia si mescolano ne “La mossa del pinguino” di Claudio Amendola, stasera in tv

Andrà in onda stasera in seconda serata su Rai2 (ore 23:15), “La mossa del pinguino“, un film di Claudio Amendola. La pellicola del 2013, vede protagonisti Edoardo Leo, Ricky Memphis, Ennio Fantastichini, Antonello Fassari, nei panni di Bruno, Salvatore, Ottavio, Nazareno Zucchinari detto Neno. Quattro personaggi che, tra crisi esistenziali e singolari vite private, scoprono per caso il gioco del curling e vogliono partecipare ad ogni costo alle Olimpiadi invernali di Torino 2006. Amendola mescola le tristi vicende personali dei suoi protagonisti con la tipica storia della squadra di perdenti in grado di riscattarsi in nome dell’amicizia.

Un improbabile manipolo di eroi, l’armata Brancaleone dei ghiacci“.

Il disoccupato, il precario, lo spaccone, il pensionato: una squadra sui generis di falliti non ancora rassegnati. Amendola, al suo debutto alla regia, prepara una comedy densa di sottotrame, per inserirsi nel filone della commedia all’italiana alla Steno. E lo fa affidandosi a un affiatato cast di nostrani, torreggiato dalla coppia Fantastichini-Fassari. “La mossa del pinguino” indaga la realtà evitando di restare in superficie, immergendosi e nuotando in apnea, come il ‘principe dell’Antartide’, per 93 minuti nel variegato Oceano della precarietà. Così, accanto alla riflessione, si scatena la risata con le trovate comiche e le gag dei protagonisti, eroi imperfetti sullo sfondo di una quintessenza romana, fatta di luoghi, accenti e tipi umani.

Trailer Ufficiale del film “La mossa del pinguino”, fonte Videa

Trama de “La mossa del pinguino”

Bruno (Edoardo Leo) è un marito e padre affettuoso ma inaffidabile, “inconcludente, superficiale, distratto, illuso e sognatore”. La sua indole da eterno Peter Pan, gli rende impossibile trovare un lavoro stabile. Nell’era della crisi in cui chi è “senza competenze” vive un costante senso di precarietà, Bruno passa, perciò, le notti a pulire con lo scopettone i pavimenti di un museo romano, insieme all’amico di una vita, Salvatore (Ricky Memphis), che appoggia ogni idea strampalata di Bruno, pur capendone l’irrealizzabilità.

Quando i due vedono un servizio televisivo sul curling, disciplina sportiva non troppo lontana, ai loro occhi, dal loro lavoro notturno, la lampadina si accende. Decidono, dunque, di partecipare ad ogni costo nientemeno che alle Olimpiadi, cimentandosi in quella specialità. E poiché la squadra di curling dev’essere formata da quattro persone, reclutano altri due malcapitati: l’ex vigile Ottavio (Ennio Fantastichini), abilissimo giocatore di bocce, e il re del biliardo Neno (Antonello Fassari).

Il nuovo ambizioso progetto, esaurisce Eva (Francesca Inaudi), la moglie di Bruno, che non è affatto d’accordo su questa ‘grande idea’, e il figlio Yuri (Damiano De Laurentiis) che si trova costretto a comportarsi ancora una volta più da adulto del visionario padre.

Arianna Panieri

seguici su FacebookInstagramMMI

Adv
Adv
Adv
Back to top button