“Storia di un matrimonio” da questo autunno su Netflix e nelle sale.

Quando si è affetti, toccando ferro, da una grave e magari rara malattia nella maggioranza dei casi la scoperta di questa avviene con un senso di più grande stupore e incredulità di fronte all’inespettato più assoluto che accompagna il formarsi della patologia. Oltremodo i sintomi che lo anticipano sono talmente ininfluenti e di pregnanza trascurabile che il pensare a questi minuscoli segnali come l’avvertimento di un malessere gigantesco appare insensato e tutt’al più ridicolo. Lo stesso processo che avviene fisiologicamente si ripresenta psicologicamente in nuce di una relazione ancor più se coniugale. La precipitazione della coppia avviene sovente all’improvviso al culmine di infinitesimali sorpiature quotidiane tipiche di un matrimonio in odor di fallimento. In “Storia di un matrimonio” Noah Baumbach luminare dell’amore ci presenta questi sintomi con chirurgica precisione.

Scena da "Storia di un matrimonio" foto dal web. Storia di un matrimonio
Scena da “Storia di un matrimonio” foto dal web

“Storia di un matrimonio” inizia in medias res focalizzandosi sulla crisi coniugale e gli inevitabili effetti lisergici che il distacco emotivo provoca ai due protagonisti. Adam Driver lanciatissimo e Scarlett Johansson sempre stupenda sono i protagonisti di questa storia amara che nasce quasi autobiografica per il regista che vi ripercorre il personale divorzio con l’ex moglie Jennifer Jason Leigh. Baumbach scandaglia con maniacale precisione i termini della crisi che Charlie e Nicole si trovano improvvisamente a gestire dopo l’illusione dell’intemerata simmetria romantica. Un percorso estenuante che conduce l’enorme responsabilità di un figlio incolume spettatore conteso in un’aula di tribunale. La fine dell’amore è anche l’inizio di una trafila giudiziaria che si rivela chimerica e decisiva dove i due coniugi si trovano a condividere a stretto contatto la sofferenza con i due avvocati difensori Ray Liotta e Laura Dern in un intervento giudiziario senza anestesia.

Scena da "Storia di un matrimonio" foto dal web. Storia di un matrimonio
Scena da “Storia di un matrimonio” foto dal web

Netflix ancora una volta produce un’opera di Noah Baumbach dopo The Mereyowitz stories sperando in un riconoscimento culturale tanto agognato e magari in qualche premio che lo sigli definitivamente. “Storia di un matrimonio” già presentato aVenezia, questo autunno su Neflix e al cinema sintomi della crisi e come affrontarli leggere attentamente il foglietto illustrativo tenere lontanto dalla portata dei bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA