Il teatro è straordinario quando è accessibile a tutti

Torna per la seconda volta a Roma, dal 25- 27 maggio,  “Il Teatro Straordinario – Festival di Teatro Interattivo”, e accessibile a tutti. La direzione artistica è affidata a Giorgia Mazzucato e la direzione esecutiva a Maria Beatrice Alonzi.

Il week-end si apre con molteplici spettacoli: il pluripremiato Godot, dove il pubblico decide perché Godot non si sia mai presentato all’ appuntamento con Vladimiro ed Estragone; Lo Show 2.0, lo spettacolo più divertente che ci sia; Love_Me, ovvero come sopravvivere al giorno del matrimonio e infine Otto, dove si vivrà tutta la magia del tempo alla rovescia.

Tutti gli spettacoli sono ideati e diretti da Giorgia Mazzucato. Attrice, autrice e regista, allieva di Dario Fo e Franca Rame. Ha vinto, con i suoi spettacoli originali, molti premi nazionali e internazionali, tra i quali ricordiamo l’ambito Best & Outstanding International Artist al San Diego Fringe Festival 2017, San Diego, California.

Durante l’ultima serata di spettacolo verranno, inoltre, annunciati i nomi degli allievi vincitori delle Borse di Studio al merito e alla vocazione. Esse sono messe a disposizione da SITI per l’accesso ad una tournée negli States e al prossimo anno accademico della scuola del Teatro Stabile di Roma.

 Il teatro Straordinario è proprio votato alla accessibilità e allo stupore, a ciò che non ti aspetteresti mai possa accadere e dove il pubblico fa da tramite. Ogni sera lo spettacolo sarà completamente diverso.
Tornando sera dopo sera, non si vedrà mai la stessa cosa.

di Valentina Cetrangolo