Sport

The Four Horsewomen, #TheHottest/3

The Four Horsewomen della WWE e la loro storica “prima volta” sono le protagoniste della terza puntata di #TheHottest.

Prima di iniziare a raccontare questa storia, è doverosa una piccola premessa: é la prima volta che mi occupo di scrivere di wrestling al femminile.

Quando le Four Horsewomen della WWE dominavano ad NXT e gettavano le basi della Women’s Revolution (una strada in verità iniziata pure da Page e da Emma/Tenille Dashwood), il sottoscritto non aveva ancora ricominciato a seguire il wrestling.

Questo articolo, quindi, si può fregiare di una certa oggettività, ma è pure l’opera di una persona che si misura con una materia per lui quasi completamente nuova.

Vogliate leggerlo con pazienza e tolleranza, questa è la mia speranza. Bene, ora possiamo cominciare.

Questa storia inizia nel gennaio del 1986, in NWA, quando Ric Flair, Arn Anderson, Ole Anderson e Tully Blanchard unirono le forze per fondare i “Four Horsemen”.

Four Horsemen
Ole Anderson, Tully Blanchard, il manager J.J Dillon, Arn Anderson e il leader Ric Flair.

Credits photo to ProWrestlingStories.com

L’idea della NWA era maledettamente semplice: mettere insieme i più talentuosi wrestler della compagnia, affidarli ad un manager di lungo corso e mandarli a dominare in lungo e in largo nei vari territori che componevano la National Wrestling Alliance.

Il nome evocava i biblici Quattro Cavalieri dell’Apocalisse, e i quattro effettivamente portarono Guerra, Fame, Pestilenza e Morte in tutti gli USA, dominando sul ring e fuori dal ring, con viaggi in aereo e macchine costose accompagnati da donne meravigliose.

Nei suoi 13 anni di vita, trascorsi anche in WCW, molti wrestler più o meno iconici fecero parte della leggendaria stable, ritenuta tra le più innovative ed influenti.

Ed è dai Four Horsemen che Sasha Banks, Becky Lynch, Charlotte Flair e Beyley hanno ricevuto il nome di Four Horsewomen.

The Four Horsewomen WWE
The Four Horsewomen al completo alla cerimonia della Hall Of Fame. Ric Flair, padre di Charlotte, è due volte Hall Of Famer, come singolo e come membro dei Four Horsemen.

Credits photo to WWE.com

Le quattro ragazze, con storie e provenienze diversissime, hanno fatto la storia tanto e più dei loro predecessori. In quanto pupille del fondatore di NXT Paul Michael Levesque (meglio noto come Triple H) le Four Horsewomen hanno ridato dignità al wrestling femminile, guidandolo verso la parità con quello maschile.

É bene ricordare che la WWE ha spesso e volentieri oggettivato la figura femminile, fino addirittura ai primi anni 2010, trattando le ragazze come se fossero vallette, oggetti sessuali, siparietti da “pausa bagno”.

WM 35 main event
Prima delle Four Horsewomen la rivoluzione l’ha compiuta Ronda Rousey, la sola e unica donna capace, insieme a Becky e Charlotte, di convincere Vince McMahon a portare delle donne nel Main Event di
Wrestlemania.

Credits photo to WWE.com

Va detto, però, che fuori dalla WWE e prima delle Four Horsewomen la Women’s Revolution negli sport da combattimento era già stata avviata dalla Judoka medagliata olimpica Ronda Rousey, da donna che ha portato la UFC a creare una categoria femminile.

Due Four Horsewomen e Ronda Rousey, gli ingredienti per una storica prima volta.

Wrestlemania 35 The Four Horsewomen
Il membro delle Four Horsewomen Becky Lynch come “Becky Two Belts”

Credits photo to WWE.com

E ancora più storico è stato l’epilogo, con Becky Lynch (la più bistrattata tra le quattro) che conquista ambedue le cinture in palio quella sera, ponendo pure fine (per ora) alla parabola di Ronda Rousey in WWE.

Wrestlemania 35 The Four Horsewomen
Le Horsewomen Sasha e Beyley impegnate anche loro nella storia: il primo match di coppia titolato a Wrestlemania.

Credits to WWE.com

Si spreca l’uso del termine “Storia”, ma Wrestlemania 35 é stata davvero una edizione da ricordare.

Ricordi più o meno piacevoli per le quattro: mentre Charlotte e Becky erano nel Main Event, Sasha e Beyley perdevano il neo-costituito titolo di coppia a favore delle IIconics, con la Banks che sparì dai programmi della federazione fino al post SummerSlam.

Il suo ritorno è cosa nota, ed è la nuova pagina della storia delle Four Horsewomen.

Una storia che ci offrirà un incrocio titolato a Clash Of Champions questa domenica, quando i titoli femminili di Raw (detenuto da Becky Lynch) e di SmackDown (in possesso di Bayley) verranno contesi da Sasha Banks e da Charlotte Flair,

Becky Lynch vs. Sasha Banks
credits to WWE.com
Bailey vs Charlotte Flair
Credits to WWE.com

E, per generare hype in vista di due incontri a dire il vero già visti, la WWE ha fatto un regalo unico ai fan: a SmackDown, per la prima volta assoluta, le Four Horsewomen hanno lottato sullo stesso ring nel Main Roster WWE.

Ed è per questo motivo, per questo ennesimo avvenimento storico che ci hanno regalato, che le Four Horsewomen meritano di essere #TheHottest.

Ah, PS: questo è stato NXT TakeOver: Brooklyn. Questa è stata la storia.

https://m.youtube.com/watch?v=CLI6nkC73Kc

https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia

https://www.twitter.com/MMagazineItalia

https://www.facebook.com/mmiwrestling

Back to top button