Cinema

The Illusionist, la realtà è un’illusione

Cos’è reale? E cosa lo distingue dalla mera finzione? Sembrerebbe essere questa la domanda alla quale cerca di rispondere il film The Illusionist, diretto da Neil Burger e liberamente ispirato da un romanzo breve di Steven Millhauser.

Illusionismo e magia: la realtà da un’altra angolazione

Sono tanti i film che parlano del confine tratteggiato che separa la realtà dalla finzione scenica. Se dovessimo cercare un antenato di tale genere metacinematografico potremmo trovarlo in Mulholland drive di David Lynch. Tutto è calcolato, tutto è stato già registrato in playback, come la canzone “Llorando”. Alla ricerca sfrenata della verità assoluta, dello ‘svelamento’ del trucco architettato, si accompagna sempre un certo grado di confusione e di illusione, risiede qui il fascino della magia. Reale o no, ci piace lasciarci prendere in giro per un po’, anche se vorremmo tanto sapere il meccanismo che si cela dietro a un numero di magia. The Illusionist dà allo spettatore proprio la soddisfazione di assaporare ogni tranello, ogni trucco di prestigio.

The Illusionist PhotoCredit: dal web
The Illusionist PhotoCredit: dal web

Trama del film The Illusionist

Eduard Abramovitz (Edward Norton), alle prime armi con trucchi di magia, s’innamora della bella duchessa Sophie von Teschen. La ragazza ricambia l’amore del promettente mago, seppur per breve tempo. Verranno divisi dalla differente classe sociale. Quindici anni dopo, durante uno spettacolo, Eduard, il cui nome d’arte è diventato Eisenheim, divenuto un famoso e noto illusionista, ritrova Sophie, ora promessa sposa del principe ereditario Leopold. I due scoprono di non aver perso la passione l’un per l’altra e fanno del loro amore il più grande spettacolo di magia vivente.

D’altronde, potremmo dire: cos’è l’amore, se non una bellissima e piacevole illusione?

Il film è , prima di tutto, una storia d’amore fiabesca, anche se gli sceneggiatori non mancano di infarcire la trama con le dovute polemiche di ingiustizia sociale.

Seguici su MMI

Back to top button