Musica

Tracy Chapman e la rivalsa degli ultimi

Tracy Chapman festeggia il suo 56° compleanno oggi. Nata a Cleveland, il 30 marzo 1964, Tracy è una cantautrice, polistrumentista, autrice e compositrice statunitense, che ha ricevuto dalla critica grazie alla sua splendida voce una serie di encomi, ed è stata riconosciuta come una delle migliori cantautrici afroamericane viventi. Spesso per testi e sonorità è stata paragonata a Joni Mitchell.

Tracy Chapman e il suo primo album

L’album che l’ha resa famosa, con oltre 10 milioni di copie vendute solo in America, diventerà uno dei dischi di debutto di maggior successo della storia della musica. 1 Disco d’oro, 6 Dischi di platino e 3 Grammy Award conquistati.Il suo primo disco è del 1988, e si intitola semplicemente ‘Tracy Chapman’ ed uscì per la Elektra Records. 11 canzoni per una durata complessiva di circa 40 minuti. Il disco si apre con Talking about a revolution, canzone divenuta famosissima, il cui tema centrale è la speranza nel cambiamento. Si prosegue con la famosissima ‘Fast car’, che esprime tutta la voglia di crearsi da sè un futuro migliore.‘Across the lines’ affronta il tema delle divisioni tra bianchi e neri. ‘Behind the wall’, splendida canzone cantata a cappella, tratta la violenza domestica nei confronti delle donne, e critica il comportamento della Polizia che arriva spesso troppo tardi.

Le canzoni d’amore

Tocca poi all’incantevole ‘Baby can i hold you’ cantata, tra gli altri, dai Boyzone e dalla stessa Chapman in compagnia di Luciano Pavarotti. Segue Mountains o’ things’ che tratta il tema della disparità tra ricchi e poveri. E ancora She’s got her ticket’ che con grande ritmo ci fa sognare di fuggire e volare via. Why?’, tratta il tema amore/odio, e guerra e pace.‘For my lover’, mette in evidenza tutto ciò che si fa per stare accanto al proprio compagno, mentre ‘If not now’, con il piano acustico di Jack Holder, ci invita a vivere ogni momento. L’album si chiude con ‘For you’, voce e chitarra acustica.

Seguici su Facebook 

Back to top button