#tuesdaynight: Il punto sulla nona giornata di Premier League

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

 

La rete all’ultimo respiro di Ross Barkley

Il fine settimana di Premier League si è aperto con il Big-Match tra Chelsea e Manchester United: dopo un inizio bloccato, i Blues si portano avanti grazie al colpo di testa di Rudiger (Protagonista anche nell’occasione del pareggio finale), ma a inizio ripresa vengono raggiunti e poi superati grazie ad una grande doppietta di Martial e si salvano soltanto allo scadere con la zampata di Barkley, dopo il miracolo di De Gea sul centrale tedesco ex-Roma, a cui seguono schermaglie sia in campo che fuori con Mourinho protagonista.

Nel pomeriggio convincenti vittorie casalinghe per Cardiff e Manchester City, con i gallesi che ribaltano il gol iniziale del Fulham, imponendosi poi per 4 a 2 e con i ragazzi di Guardiola che dopo alcune difficoltà iniziali, dilagano nella ripresa portando a casa i 3 punti grazie al 5 a 0 sul Burnley. Pareggio, invece, nel South Coast Derby tra Bournemouth e Southampton: una partita equilibrata con poche occasioni conclusasi con uno 0 a 0 che di certo non soddisfa gli ospiti data la situazione in classifica (I Saints sono a soli 6 punti).

Tutta la gioia di Capoué dopo l’eurogol che ha dato il vantaggio agli Hornets

Sempre alle 16:00 vittorie esterne per 1 a 0 per Tottenham e Brighton: gli Spurs hanno la meglio su un agguerritissimo West Ham, mentre i Seagulls resistono al dominio di un Newcastle ancora a secco di vittorie. Successo importantissimo, poi, per il Watford, che grazie ad un uno-due da KO, ispirato da Doucouré, vince al Molineaux contro il Wolverhampton.

 

Nella partita serale, vittoria esterna anche per il Liverpool che rischia e non poco sul campo dell’Huddersfield, ma che alla fine si prende i 3 punti e mantiene il primo posto in vista del fondamentale scontro in Champions contro la Stella Rossa.

L’esultanza di Ozil dopo il gol del pareggio

Nell’unico match domenicale, invece, prestazione convincente e vittoria per l’Everton che grazie a due gol nel finale, legittima la supremazia dimostrata per 90′ contro un Crystal Palace con poche idee, ormai alla terza sconfitta di fila. Vince e convince anche l’Arsenal nel Monday Night: dopo un inizio super del Leicester che trova anche il gol, un ispiratissimo Ozil e l’ormai sempre decisivo Aubameyang  panchina (Doppietta subentrando dalla panchina per il gabonese ex-Dortmund) firmano il 3 a 1 finale.

 

                                                       Marco Azolini