Cinema

“Tutto può cambiare”, Keira Knightley e Mark Ruffalo musica e amore stasera in tv

“La dedico a chiunque si sia sentito solo qui a New York”.Ti trovi nella metropolitana, col tuo mondo chiuso in valigia accanto a te.‘ Recita il testo della canzone. Perché Greta (Keira Knightley) e Dave Kohl (Adam Levine), hanno sempre suonato insieme, fin dall’università. E decidono di trasferirsi a New York per proseguire i loro progetti in musica. “Nessuno viene a “New York” e riparte senza che gli sia successo qualcosa di terribile. A te che è capitato?”. Stasera in tv “Tutto può cambiare“, non è stata ancora scritta l’ultima canzone.

Il fidanzato ottiene un grosso contratto da solista da una casa discografica di Los Angeles. Vinto dal desiderio di fama, la tradisce con un’altra durante il periodo di registrazione. Sarà ascoltando il suo nuovo pezzo, che lei capirà il tradimento. Ma a sentire una sua esibizione in un locale sarà Dan Mulligan (Mark Ruffalo), produttore discografico, che affascinato da lei, le farà registrare un album usando la città di New York come sala di registrazione a cielo aperto. In America tutto si può. Da suonatori da strada, dai neri di Harlem con una tromba, a quelli del Mississippi, si rivolta il mondo.

Tutto può la musica..

“Puoi capire tante cose di una persona dalla sua playlist”. Un film musicale stasera in tv “Tutto può cambiare“, (Begin Again), del 2013 scritto e diretto da John Carney. Note e sentimenti, la commedia tipica tra i parchi di New York, la metropoli per sognare. Facile coltivare desideri nella 42° Stada. Ma è la musica a rendere ogni passaggio della vita irrinunciabile, spiega Dan il produttore al suo giovane talento. Indiscutibilmente Mark Ruffalo, conquista la scena. Con la padronanza, con il volto, che null’altro viso americano al suo posto starebbe bene. La Jaguar d’epoca, trasandato, capello riccio al vento, mezzo separato, ma capace di fiutare un successo: “Forse i ragazzi hanno ragione, la musica dovrebbe essere gratis”

“Si veste come Jodie Foster di Taxi Driver“. Ma Dan era già innamorato, s’intravede una debolezza in questa critica alla sua star prediletta. “Tutte quelle banalità a un tratto si trasformano in perle, una collana di perle preziose, grazie alla musica. Devo dire che più divento vecchio e più queste perle diventano rare, introvabili. Almeno per me“. Il caro vecchio Dan è tutta saggezza. “Il prossimo pezzo è stato scritto da una meravigliosa cantautrice, una donna ancora più meravigliosa. Una canzone speciale, nel suo arrangiamento originale. Allora, se lei è qui, ma non so se c’è, mi piacerebbe che venisse qua su per farla con noi. C’è una chitarra lì, quindi se sei qui sali sul palco. È un pezzo molto speciale per me e ora è proprio come l’ho immaginato..”. Anche Dave, l’ex, pentito di averla terribilmente trascurata in nome della carriera, sul più bello la ricorda con una dedica..

Federica De Candia per MMI e Metropolitan Cinema. Seguici

Back to top button