Calcio

Un Mondiale con troppe assenze?

Anche chi non è solito leggere le notizie sportive con una certa regolarità sa benissimo che, fra pochi giorni, tutto il globo rimarrà incollato davanti al televisore in occasione dei Mondiali di Calcio Qatar 2022.

Sarà dunque una bella occasione per vedere i propri beniamini sul campo, oppure no? Le 32 nazionali che si daranno battaglia per il titolo di campione del mondo, infatti, non saranno certo al completo visti i numerosi assenti per infortunio. Diamo dunque un’occhiata alla lista aggiornata!

La situazione francese

La Francia sembra essere quella più “colpita” dalla sfortuna, con sommo dispiacere di Didier Deschamps, che dovrà continuare a rivalutare la sua strategia. Pare che fino all’ultimo avesse sperato per la presenza di Mike Maignan tra i pali, ma purtroppo il suo problema al polpaccio si è fatto sentire fin troppo.

Almeno potrà contare su Raphaël Varane, ma nulla da fare per N’Golo Kanté e Paul Pogba per problemi al tendine del ginocchio il primo ed al menisco il secondo.

La situazione inglese

La storica rivale della Francia, in ambito prettamente storico più che calcistico, è dunque l’Inghilterra che purtroppo deve fare i conti con un ambo di infortunati al ginocchio. I due in questione sono Reece James (fermo già dalla Champions League) e Ben Chilwell.

La situazione olandese

Chi invece soffrirà un po’ meno sarà l’Olanda che, a causa della frattura alla tibia, non potrà contare sul centrocampista della Roma Georgino Wijnaldum. L’atleta ha preferito non operarsi optando per una riabilitazione allungando così i tempi di stop, ma tutto dovrebbe sistemarsi con gennaio 2023 per fortuna.

La situazione portoghese

Purtroppo Diogo Jota non sarà presente poiché non è ancora riuscito a riprendersi dall’infortunio contro il Manchester City. Come dichiarato da lui stesso su Instagram “dopo una notte così bella ad Anfield, tutto è finito nel peggiore dei modi! All’ultimo minuto uno dei miei sogni è crollato. Sarò un tifoso in più, sia del club che del mio Paese, e lotterò per tornare il prima possibile”.

Gli altri assenti illustri

Anche per il resto delle nazionali in campo la situazione non è delle più rosee. La Germania dovrà fare a meno di Timo Werner per un problema alla caviglia, il Brasile di Philippe Coutinho per una lesione muscolare al quadricipite della coscia destra, l’Argentina di Giovani Lo Celso per un infortunio al bicipite femorale destro ed il Messico di Jesús Corona che si sta riprendendo dall’operazione.

I non infortunati (e non convocati)

Ciò che stupisce maggiormente è l’assenza di due giocatori che, nonostante non si siano infortunati, dovranno accontentarsi di guardare le partite in televisione. Tra questi ci sono dunque il difensore del Milan Fikayo Tomori (Inghilterra) e l’attaccante del Liverpool Roberto Firmino (Brasile) nonostante i meriti dimostrati sul campo!

Un giocatore che, invece, proprio non ce l’ha fatto a passare il severissimo “test tedesco” è stato Robin Gosens giudicato fin troppo discontinuo, soprattutto con l’Inter. Stessa sorte anche per il britannico Tammy Abraham che, nonostante la vittoria della Roma contro il Sassuolo, non ha convinto il Mister a causa di un rendimento complessivo giudicato insufficiente.

Back to top button