20 C
Roma
Ottobre 25, 2020, domenica

Usa e Cina “Quasi amici”: Trump posticipa i dazi sulle importazioni

- Advertisement -
I presidenti Xi e Trump
Xi e Trump

Il progressivo avvicinamento tra le nelle trattative ha convinto il presidente statunitense. E le borse cinesi salgono.

Alla fine la guerra resterà fredda. Cina e Stati Uniti, ovvero le due maggiori potenze economiche del mondo, sembrano avvicinarsi ad un accordo sull’import-export. Dopo due anni di dichiarazioni roventi e minacce commerciali, le due amministrazioni danno netti segnali di voler evitare uno scontro che si rivelerebbe devastante per entrambi. Ed è lo stesso presidente statunitense a far trapelare l’ottimismo con un post su Twitter “Sono felice di annunciare che abbiamo fatto dei progressi sostanziali nei nostri negoziati commerciali con la Cina, su questioni strutturali che includono le tutela della proprietà intellettuale, i trasferimenti di tecnologie, l’agricoltura, i servizi, la moneta e altri temi. In conseguenza di questi negoziati produttivi, rinvierò l’entrata in vigore dei dazi che era prevista dal primo marzo. Ipotizzando che i progressi tra le due parti continuino, prepareremo un vertice con il presidente Xi a Mar-a-Lago, per concludere l’accordo”.

Un lungo scontro

Che il rapporto commerciale con la Cina fosse diventato problematico era chiaro già ai tempi di Geoge W. Bush: al muro del protezionismo del mercato interno cinese si contrapponeva un aggressivo spirito di conquista dei mercati esteri, fatto di spionaggio industriale (lecito o no) e manipolazione dello yuan. E sia Bush jr. sia Obama si erano rivolti all’Organizzazione mondiale del commercio per ottenere concessioni che garantissero privilegi analoghi sul mercato cinese. Trump ha preferito forzare la mano, consapevole del fatto che alzare i dazi sulle merci basilari dell’export cinese (acciaio e alluminio) avrebbe provocato danni non trascurabili.

E ora cosa succederà?

Poiché non sono noti ulteriori dettagli, l’unica cosa sicura che si può riportare è che le borse cinesi stanno lievitando dopo le parole di Trump (Shanghai +3,32% e Shenzhen +4,08%). Permane tuttavia un certo scetticismo sull’effettiva realizzazione di un accordo bilanciato, dato che il presidente Xi Jinping ha sempre rivelato scarsa predisposizione al compromesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

Gara MotoGP GP Teruel 2020, podio “Morbido”

Gara MotoGP GP Teruel 2020, Morbidelli sulla sua Petronas conquista il gradino più alto del podio seguito dalle Suzuki di Rins e Mir.

Eurolega: il punto della situazione

Strana situazione in Eurolega con sei squadre con una partita in più da giocare rispetto a tutte...

Serie D, questi i risultati della 5°/6° giornata di campionato

Le gare della 5° giornata di campionato (6° gironi A e C) in Serie D sono terminate da pochi minuti. Andiamo a...
- Advertisement -

Ultime News

Come cercare lavoro durante l’Epoca Del COVID-19

COVID-19 ha avuto un impatto significativo sull’economia. Le persone sono state licenziate, mandate in cassa integrazione e molte compagnie hanno dovuto rivalutare...

Oggi diretta del presidente Conte sul nuovo Dpcm

Il premier Giuseppe Conte ha firmato in tarda notte il testo del nuovo Dpcm, dopo un confronto...

Nuovo DPCM: ecco il testo ufficiale del decreto Covid del 24 ottobre 2020

É disponibile il testo definitivo del nuovo decreto anti-Covid firmato da Giuseppe Conte in vigore da lunedì...

ONU, in vigore il trattato che vieta le armi nucleari. I potenti non firmano

L'ONU ha dato vita al primo documento ufficiale che proibisce anche soltanto la minaccia delle armi nucleari. Tuttavia, le principali potenze -...

Covid, la Protezione Civile cerca personale medico sanitario e amministrativo: ecco il bando

Al via il reperimento di personale medico sanitario e amministrativo per fronteggiare l'emergenza Covid. Ecco come inviare...
- Advertisement -

8 BALL POOL APK for android