Esteri

Usa: in arrivo tempesta di neve, allerta per 75 milioni persone per il “bomb cyclone”

Emergenza maltempo sulla costa orientale degli Stati Uniti: 75 milioni di americani sono in allerta per l’atteso ‘bomb cyclone‘ che potrebbe causare abbondanti nevicate e forti venti da Charlotte a Washington fino a New York e Boston nelle prossime ore.

Migliaia di voli sono già stati cancellati: Delta ne ha fermati almeno 750 voli previsti per sabato, mentre lo scalo di Boston ne ha annullati oltre 2.000.

Proprio la capitale del Massachusetts è una delle città che dovrebbe essere più colpita dalla tempesta. Ma anche gli stati di New York e New Jersey hanno dichiarato lo stato di emergenza in vista della massiccia tempesta di neve che si sta avvicinando. Solo a New York i meteorologi prevedono fra i 20 e i 30 centimetri di neve con venti fino a 72,42 chilometri. Le autorità, inclusa la Casa Bianca, mettono in guardia sulle temperature glaciali e sulle condizioni pericolose soprattutto per quel che riguarda le strade.

La compagnia aerea Delta ne ha fermati almeno 750 previsti per sabato, mentre lo scalo di Boston ne ha annullati oltre 2.000. La capitale del Massachusetts è una delle città che rischia di essere più colpita dalla tempesta. Ma anche gli stati di New York e New Jersey hanno dichiarato lo stato di emergenza. Solo a New York i meteorologi prevedono fra i 20 e i 30 centimetri di neve con venti fino a 72,42 chilometri. Le autorità, inclusa la Casa Bianca, mettono in guardia sulle temperature glaciali e sulle condizioni pericolose soprattutto per le strade.

Back to top button