Calcio

Venezia-Spezia 1-2, Serie A: Bourabia all’ultimo respiro fa felice Motta

Lo Spezia ghermisce i tre punti con gli artigli. L’eroe di giornata è l’ex Sassuolo Bourabia che al 94′ scaglia una saetta all’incrocio dei pali rompendo l’equilibrio che si era formato dopo le reti dei difensori Bastoni e Ceccarori. Finisce 2-1 per i liguri al Penzo: ecco cosa è successo in Venezia-Spezia.

Il primo tempo di Venezia-Spezia: magia di Bastoni e vantaggio ligure

La partita si apre con un gesto pirotecnico davvero interessante: al 4′ Ceccaroni sfrutta un’uscita a vuoto di Zoet per prodursi in una spettacolare rovesciata, l’estremo difensore olandese recupera la posizione e rimedia all’errore. La partita vive di tatticismi, con entrambe le squadre tentano di costruire con il freno a mano tirato. Serve una magia per sbloccare questo tiratissimo e match e, per fortuna dello Spezia, puntualmente si palesa: al 13′ Bastoni riceve da Maggiore che da fuori area calcia violentemente di sinistro, il pallone sbatte con forza sul palo interno e s’insacca in rete.

Al 21′ pronta risposta del Venezia con Busio che cerca d’imitare l’avversario: l’americano riceve palla e dal limite dell’area scarica verso i pali spezzini, tiro svirgolato che si perde sul fondo. Al 30′ si vede Henry che riceve da Johnsen e calcia non trovando lo specchio. Alla collezione dei “tiri da fuori” s’iscrive anche Verde: l’ex Roma prende palla, s’invola e tenta il jolly dalla distanza, pallone fuori.

La ripresa: pareggia Ceccaroni, ma Bourabia segna al 94′

Il secondo tempo in fotocopia della prima frazione di gara: Verde tenta il destro da fuori che non inquadra la porta di Maenpaa. Lo Spezia sbaglia, il Venezia ringrazia e pareggia: al 59′ Busio disegna un cross dagli sviluppi di calcio piazzato, a centro area è Ceccaroni che di testa svetta e gonfia la rete per il pareggio. Henry sbaglia una facilissima occasione e Gyasi, nel capovolgimento di fronte, prende palla, si accentra e calcia a giro, sfera fuori di poco dai tre pali. Al 70′ Johnsen si produce in una bella percussione, il tiro del norvegese però non inquadra la porta.

Il Venezia tenta di forzare la mano ed è sempre il nordico di Zanetti a creare scompiglio: cross di Johnsen e tiro di Caldara in proiezione offensiva, tentativo smorzato in corner. Al 88′ è ancora Gyasi a prendere palla per poi accentrarsi improvvisamente al centro, il tiro dell’avanti dello Spezia si perde alto sul fondo. La partita sembra incanalarsi verso il pareggio, ma Bourabia non è d’accordo: al 94′ l’ex Sassuolo prende palla e calcia da fuori trovando l’incrocio dei pali. È il gol vittoria per gli spezzini: lagunari fermi a quota 3 in classifica, balzo dei liguri che agganciano proprio i veneti a quota 3 punti.

Seguici su Metropolitan Magazine

(credit foto – pagina Facebook Spezia Calcio)

Adv
Adv
Adv
Back to top button