Sport

Week 2 di preseason: parliamo di New England e di Green Bay

La seconda settimana di pre season ci ha regalato alcuni incontri davvero interessanti, soprattutto nella nottata di venerdi. Vediamo cosa è successo.

New England Patriots contro Philadelphia Eagles.

New England schiera in attacco tutti i migliori, almeno per i primi due quarti. Tom Brady, pur senza strafare, appare chirurgico e concentrato come sempre; sulle corse, James White è dinamico ed attivo.

Tom Brady in azione contro gli Eagles

Per quanto riguarda il passing game, sempre White, insieme ad Hogan ed Edelman, fa a fette la difesa Eagles. Cordarelle Patterson, ex degli Oakland Raiders, viene schierato nel ruolo di ricevitore e mai in quello di kick o punt retruner, dove gli viene preferito il giovane McCarron. Eric Decker gioca alcuni snap senza però trovare lo spazio giusto. Sul lato Eagles, la offensive line non copre a sufficienza il quarterback: Nick Foles non trova lo spazio giusto, incassa colpi notevoli e deve uscire per infortunio. Al suo posto, Nate Sudfeld è autore di una prestazione di tutto  rispetto, con 312 yards e tre td. La difesa dei Pats è rinnovata, dopo l’addio del defensive coordinator Matt Patricia, nuovo head coach con i Detroit Lions; al suo posto, Brian Flores, coach dei linebackers, sarà incaricato di chiamare gli schemi pur senza aver ricevuto formalmente l’incarico. Il vero mastermind sarà comunque coach Bill Belichick, da sempre considerato uno stratega delle difese. C’è tanta tanta pressione sul qb avversario ma Sudfeld la metterà in difficoltà sondandola in profondità, a conferma che le safety non sono precisamente un punto di forza. Il rookie Crossen è apparso in difficoltà nella copertura man to man; molto meglio, pur in altro ruolo, gli altri rookies Sam e Bentley. Risultato finale 37 a 20 per New England.

Green Bay Packers contro Pittsburgh Steelers

Altra partita decisamente affascinante per mille motivi. I Packers cominciano con Aaron Rodgers in campo, mentre gli Steelers rinunciano fin da subito a Ben Roethlisberger. Sotto il suo sguardo truce, come titolare c’è Mason Rudolph, che comincia in maniera disastrosa: primo lancio e subito un intercetto, ritornato in end zone.

Mason Rudolph pronto per lanciare (credit wdef)

Si riprenderà con calma ma chiuderà con una prestazione decisamente al di sotto delle attese ed inferiore rispetto a quella di Dobbs, che gli subentra con altri risultati. Nell’attacco di Green Bay, Brett Hundley deve dimostrare qualcosa per non essere tagliato all’inizio stagione. Bene sulle corse individuali ma appena sufficiente sui lanci; meglio il subentrante Kizer, ex titolare a Cleveland, autore di una buona prestazione. Risultato finale 51 a 34 per Green Bay.

E QUINDI?

Si è trattato di due vittorie piene, senza attenuanti. Se è pur vero che si tratta di preseason e molti titolari non c’erano, penso che i campanelli d’allarme stiano suonando, soprattutto in casa Steelers. Staremo a vedere.

Back to top button