Sport

World Skate a Roma per un corso internazionale

Si sta tenendo in questi giorni nella capitale un seminario internazionale organizzato dalla World Skate. Allenatori e Arbitri di 51 paesi sono accorsi per aggiornarsi e scoprire i progetti futuri del nostro sport

Oggi la conoscenza è potere. Ci permette l’accesso alle opportunità di progresso.”

La nostra crescita, la nostra evoluzione, passano inevitabilmente attraverso la conoscenza. Essa è uno strumento potentissimo al quale non dovremmo mai rinunciare, anzi ne dovremmo cercare sempre più perché come ci disse Peter Drucker, economista e saggista austriaco, ci regala grandi opportunità.

Tutto questo lo sa bene la World Skate, l’organizzazione internazionale di sport rotellistici che dopo Nanjing (China) 2017 quest’anno organizzerà a Barcellona i World Roller Games, delle vere e proprie olimpiadi degli sport a rotelle che coinvolgerà più di quattromila atleti dal 30 giugno al 14 luglio.

A Roma per far crescere l’hockey inline internazionale

La WS però non si sta limitando ad organizzare competizioni, sta facendo un’altro grande lavoro di crescita e divulgazione dello sport. In questi giorni a Roma si sta tenendo un seminario internazionale di aggiornamento per allenatori ed arbitri. Una full immersion che sta dando modo a tutti i partecipanti di apprendere nuove tecniche di allenamento, valutare e scambiare opinioni e vedute. Un’enorme possibilità di crescita per il nostro movimento e tutti coloro che ne fanno parte. Ampliare le proprie conoscenze, scoprire le evoluzioni ed apprendere nuove metodologie non fa altro che arricchire il nostro mondo e da’ una spinta alla crescita generale.

Il sogno olimpico

Quattro giorni ed un’agenda fitta di impegni e formazioni didattiche grazie a circa 60 workshop, incontri in aula, esami e sessioni di pattinaggio che coinvolgono partecipanti giunti da 51 paesi. L’occasione è stata anche ottima per annunciare, per voce del segretario generale della WS Roberto Marotta, che si stanno facendo enormi passi avanti verso un riconoscimento da parte del CIO. Il sogno olimpico è ovviamente l’obiettivo che questa organizzazione vuole raggiungere e sta gettando basi solide affinché si possa coronare al più presto. Se ciò accadrà, come ovviamente ci auguriamo, sarà anche grazie a questo percorso di conoscenza che ci sta dando opportunità di progresso.

Back to top button