Cultura

“Your Loving Arms” e il successo mainstream di Billie Ray Martin

Dal 1994 l’incredibile e inaspettato successo del singolo “Your Loving Arms” grazie anche al remix curato dal Dj americano Junior Vasquez.

Amici di DancePills bentrovati!

“Your Loving Arms” è il primo singolo estratto dall’album “Deadline For My Memories” che verrà poi pubblicato quasi un anno dopo, nel 1995, dopo l’incredibile e inaspettato successo del brano che avrebbe dovuto essere il singolo”test” della raccolta.

Al progetto collaborano la cantautrice tedesca Billie Ray Martin, già nota per aver prestato la voce ad alcuni progetti degli italianissimi Datura, il duo elettronico The Grid (quelli di “Texas Cowboys” n.d.r) e David Harrow meglio noto come James Hardway.

Il lancio del singolo “Your Loving Arms”, nel novembre del 1994, su etichetta Magnet riscuote moderati consensi tra gli addetti ai lavori.

"Your Loving Arms" Cover - Discogs.com
Cover – Discogs.com

Nella primavera del 1995 però la reinterpretazione del brano da parte del deejay americano Junior Vasquez, più fedele alle sonorità House rispetto a quelle Eurodance, sarà determinante per il successo mainstream della canzone. Il singolo, in poche settimane, conquisterà radio e addetti ai lavori. In Italia balzerà al primo posto nelle vendite dove vi rimarrà per un paio di settimane. La “Soundfactory Vocal” farà letteralmente innamorare i Dj dei principali club House. Saranno due milioni le copie del disco vendute in tutto il mondo. “Your Loving Arms” verrà successivamente remixata da diversi Deejay di fama mondiale e diventerà un vero e proprio inno pop portando l’autrice fino al palco di Top Of The Pops.

Questa è la versione originale del brano:

Versione “Original”

Questa è invece la versione firmata da Junior Vasquez:

Versione “Soundfactory Vocal”

E voi quale versione preferite tra le due?

Anche per oggi vi abbiamo raccontato tutto! Se questo articolo vi fosse piaciuto, non dimenticate di mettere MI PIACE e CONDIVIDERLO sulle vostre bacheche e/o pagine!

Al prossimo appuntamento nostalgico con DancePills su Metropolitan Magazine Italia.

Sasso

Back to top button