Sport

6 nazioni 2020: guida alla prima giornata

Il 6 nazioni entra sempre più nel vivo. ormai mancano solo 6 giorni all’inizio del torneo più amato ed affascinante d’Europa. Andiamo a scoprire come sarà la prima giornata.

Si comincia a respirare aria del 6 nazioni, il torneo più antico al mondo che tra meno di una settimana è pronto ad aprire il sipario per veder recitare il più grande spettacolo sportivo. I più grandi giocatori del rugby sui migliori campi d’Europa.

Un torneo che avvolge intorno a se il fascino di un evento ricco di storia e la passione di tutti i tifosi per la magia che si ricopre intorno ad esso.

Una manifestazione che accoglie molti tifosi, sconfinano oltre il semplice amore per il rugby. Sappiamo che in un torneo cosi corto, la prima uscita può essere già decisiva per il continuo del torneo. Andiamo a scoprire la prima giornata, le partite e le curiosità.

Galles – Italia: gli azzurri contro i campioni

Al Principality Stadium andrà di scena la partita inaugurale del torneo, quella tra i campioni in carica del Galles contro la nostra cara Italia. La partita è in programma per sabato 1 febbraio alle ore 15:15. Partita che sarà trasmessa in diretta e in chiaro sul canale DMAX.

Molta la curiosità per la nuova nazionale firmata Franco Smith e per la prima formazione che metterà in campo contro i campioni del Galles. Gallesi che arrivano all’appuntamento anche loro con un nuovo CT sulla panchina ma con la convinzione e la forza dell’ultimo mondiale disputato in cui si sono fermati solo al penultimo atto, nella semifinale contro il Sudafrica.

L’Italia cerca il ritorno alla vittoria, un successo che manca da troppo tempo. Ormai i tifosi sono stufi di solo buone e discrete prestazioni. Azzurri che però non sono mai riusciti a battere il Galles in casa loro. Infatti le uniche due vittorie sono arrivate entrambe al Flaminio, nel 2003 e nel 2007.

Sarà difficile, se quasi impossibile, davanti ai settantamila spettatori che con lo spirito gallese incitano i propri giocatori.

Se avete voglia di fare un viaggio nella terra dei Dragoni e con l’occasione assistere alla partita, l’acquisto di un biglietto può valere dai circa 50 euro fino a raggiungere i mille euro.

Ad arbitrare il match sarà l’inglese Luke Pearce.

Luca Bigi 6 nazioni rugby
Il capitano Luca Bigi in posa alla presentazione del 6 nazioni: credit: pagina ufficiale Federazione Italiana Rugby

Irlanda – Scozia: in palio il Centenary Quaich

Sempre di sabato, alle ore ore 17:45 presso l’Aviva Stadium va di scena la seconda partita del 6 nazioni 2020. A Confrontarsi due nazionali hanno in comune la voglia di riscattarsi dopo le delusioni dell’anno precedente.

L’Irlanda vuole dimenticare l’esperienza in coppa del Mondo. La Scozia vuole ritornare a lottare tra le grandi. Nella precedente edizione a vincere sono stati gli irlandesi, se pur con qualche difficoltà.

In palio, non solo la vittoria nel torneo, anche il Centenary Quaich. Premio assegnato annualmente durante il 6 nazioni alla vincitrice della sfida tra le due nazionali.

La Scozia non vince in casa dell’Irlanda dal 2010. Chissa se questa volta riusciranno a spuntarla.

Ad arbitrare sarà il francese Mathieu Raynal.

Francia – Inghilterra: obbiettivi contrapposti

A chiudere la prima giornata del 6 nazioni 2020 è la sfida tra Francia e Inghilterra. Due nazionali contrapposte che hanno obbiettivi ben precisi.

l’Inghilterra parte come la squadra favorita alla vittoria del torneo e a detta del suo capo allenatore, Eddie Jones, la nazionale della rosa rossa vuole diventare la formazione più forte di sempre.

Sorgono dubbi però sulla prestazione di alcuni giocatori che potranno avere dopo essere stati invischiati nel caso del Salary Cup con la penalizzazione ai danni dei Saracens che gli è valsa la retrocessione nella seconda divisione inglese. Molti dei giocatori titolari fanno parte del club londinese. Vedremo se su di loro non influirà la delicata questione che stanno attraversando con il loro club.

La Francia si presenta a questa manifestazione con un look tutto nuovo. A par Una formazione con molti giovani e alcuni Big lasciati. La federazione francese sembra aver preso una linea ben delineata, quella di costruire la nazionale del futuro, pronta a giocarsi la coppa del Mondo 2023 che si disputerà proprio in casa dei galletti.

Ad arbitrare questo match non poteva che esserci lui, Sir Nigel Owens.

Jonny May Six Nations rugby
Jonny May va in meta durante l’ultimo match tra Francia e Inghilterra nel 6 nazioni 2019 – credit: Six Nations Rugby

6 nazioni 2020: pronti a goderci il grande rugby

Sabato inizia ufficialmente la ventunesima edizione di questo torneo (da quando ne fa parte anche l’Italia). Ricapitoliamo di seguito il programma della prima giornata:

  • GallesItalia: sabato 1 febbraio ore 15:15, Principality Stadium – arb. Luke Pearce
  • IrlandaScozia: sabato 1 febbraio ore 17:45, Aviva Stadium – arb. Mathieu Raynal
  • FranciaInghilterra: domenica 2 febbraio ore 16:00 Stade de France – arb. Nigel Owens

Continua a seguire il Rugby sulle pagine di Metropolitan Magazine Italia

Back to top button