Sport

6 nazioni 2020 | Oggi l’Italia sfida la Francia

La nazionale azzurra scende in campo tra poco per sfidare la Francia nel secondo turno di questo 6 nazioni. Andiamo a scoprire le ultime sul match di Saint-Denis.

L’Italia di Franco Smith è pronta per scendere in campo nella seconda giornata del 6 nazioni 2020. Gli azzurri sfidano la Francia tra poche ore allo stade de France di Saint-Denis. Per la nazionale italiana sarà un impegno difficile e arduo ma serve una vittoria per ritrovare il morale e allontanare le critiche. Andiamo a vedere le ultime notizie che arrivano dalla Francia.

Nel frattempo nella giornata di ieri l’Irlanda ha battuto il Galles mentre la Scozia ha dovuto cedere all’Inghilterra che si rimette in corsa verso il titolo finale.

6 nazioni: due squadre che vivono momenti diversi

Italia e Francia arrivano alla sfida di oggi pomeriggio in situazioni completamente diverse. La Francia nella prima giornata è riuscita a battere l’Inghilterra, finalista della coppa del Mondo. Un gruppo nuovo, formato sopratutto da giovani talenti che hanno la voglia di dimostrare il proprio valore. L’obbiettivo sembrava essere quello della coppa del Mondo 2024 ma i galletti sembrano pronti già a giocare da grande gruppo.

L’Italia arriva a questa sfida dopo la brutta sconfitta subita contro il Galles. Ennesima disfatta per gli azzurri che salgono a quota 23 sconfitte consecutive nel torneo. Molte le critiche sul gruppo azzurro, principalmente dalla stampa estera che vede l’Italia come una nazionale da escludere dal grande torneo continentale, non essendo a livello delle grandi “cinque sorelle” europee.

Per la nostra nazionale sarà un impegno difficile, sopratutto contro la Francia galvanizzata dal successo nel primo turno.

Quando e come vedere la partita

Riunitevi in un bar, a casa di amici oppure rimanete tranquilli a casa. Armatevi di una birra almeno e gustatevi questo 6 nazioni. il match tra Francia e Italia che si giocherà alle ore 16:00, sarà possibile guardarla in chiaro sul canale DMAX con il commento di Vittorio Munari e Antonio Raimondi.

6 nazioni Francia Italia
La nazionale italiana in azione contro il Galles nel primo turno del 6 nazioni – credit: pagina ufficiale Federazione Italiana Rugby

Francia – Italia: i precedenti

Quella tra Francia e Italia è sempre una partita speciale, più sentita rispetto ad ogni altra. Perche tra francia è Italia è un po come un derby tra due nazioni che confinano. Un po come dei vicini che ogni tanto litigano.

Per questo è una partita sempre speciale ma nello storico dei match giocati di certo non gira favorevole agli azzurri che in 42 confronti, la nostra nazionale è riuscita a spuntarla solo per tre volte, di cui solo una fuori dal Bel Paese, però forse anche la più importante.

Era il 22 marzo del 1997 e in palio c’era la coppa FIRA. La partita si giocava a Stade Lesdiguières di Grenoble e l’Italia di George Coste batteva i transalpini conquistando il trofeo e aprendosi al mondo dei grandi e bussando prepotentemente per entrare nel 6 nazioni.

Gli altri due successi per la nostra nazionale sono arrivati tra le mura amiche. Il primo nel 2011, ultima partita giocata allo stadio Flaminio. La seconda vittoria arriva invece nel 2013 allo stadio Olimpico che permise alla nostra nazionale di raggiungere il miglior risultato del torneo, chiudendo con due vittorie, come nel 2007.

In palio il Trofeo Garibaldi

Non solo la sfida tra due nazionali valevole per il secondo turno ma in palio c’è anche il trofeo Garibaldi.

Il trofeo Giuseppe Garibaldi viene assegnato annualmente alla vincente tra la nazionale italiana e quella francese all’interno del match disputato durante il 6 nazioni. Il premio fu istituito nel 2007, opera dello scultore ed ex capitano della Francia Jean-Pierre Rives, in occasione del bicentenario dalla nascita dell’eroe dei due mondi.

Ad oggi è stato assegnato per 13 volte, 11 alla Francia e solo due volte all’Italia.

Le formazioni in campo

Pochi i cambi nelle due formazioni rispetto alla prima giornata. Franco Smith decide di far scendere in campo nuovamente Carlo Canna come centro, mentre nella posizione di estremo dal primo minuto Hayward al posto di Minozzi che viene spostato ala. Negli avanti nessun cambio da parte di Franco Smith.

FRANCIA: 15 Anthony BOUTHIER; 14 Teddy THOMAS; 13 Arthur VINCENT; 12 Gael FICKOU; 11 Vincent RATTEZ; 10 Romain NTAMACK; 9 Antoine DUPONT; 8 Greg ALLDRITT; 7 Charles OLLIVON (C); 6 François CROS; 5 Paul WILLEMSE; 4 Bernard LE ROUX; 3 Mohamed HAOUAS; 2 Julien MARCHAND; 1 Cyril BAILLE – A disposizione: 16 Peato MAUVAKA; 17 Jefferson POIROT; 18 Demba BAMBA; 19 Romain TAOFIFENUA; 20 Boris PALU; 21 Cameron WOKI; 22 Baptiste SERIN; 23 Matthieu JALIBER

ITALIA: 15 Jayden HAYWARD; 14 Mattia BELLINI; 13 Luca MORISI; 12 Carlo CANNA; 11 Matteo MINOZZI; 10 Tommaso ALLAN; 9 Callum BRALEY; 8 Abraham STEYN; 7 Sebastian NEGRI; 6 Jake POLLEDRI; 5 Niccolò CANNONE; 4 Alessandro ZANNI; 3 Giosuè ZILOCCHI; 2 Luca BIGI (C); 1 Andrea LOVOTTI – A disposizione: 16 Federico ZANI; 17 Danilo FISCHETTI; 18 Marco RICCIONI; 19 Dean BUDD; 20 Federico RUZZA; 21 Giovanni LICATA; 22 Guglielmo PALAZZANI; 23 Giulio BISEGNI

ARBITRO: Andrew Brace (Irl) – Assistenti: Nigel Owens (Gal), Brendon Pickerill (Nzl) TMO: Brian MacNeice (Irl)

Un pomeriggio all’insegna del 6 nazioni e del grande rugby da seguire sulle pagine di Metropolitan Magazine Italia

Back to top button