CalcioSport

Finisce 1-1 l’anticipo tra Sampdoria e Torino al Marassi di Genova

Adv
La Sampdoria ospita al Marassi di Genova il Torino, nell’anticipo valevole per la quarta giornata del girone di ritorno. I blucerchiati sono reduci da un ottimo momento ma devono affrontare un Torino in netto rilancio sotto la guida di Mazzarri, ex tecnico della Sampdoria.

Buon momento per entrambe le squadre che nel 2018 hanno dimostrato un ottimo stato di forma e continuità di risultati. La Sampdoria di Giampaolo punta ancora sulla coppia d’attacco composta da Zapata, decisivo contro la Roma, e Quagliarella fin qui protagonista di un’annata fantastica , con record di gol in Serie A. Proprio Quagliarella è andato a segno nella gara di andata tra Torino e Sampdoria, motivo di preoccupazione per i granata. Inoltre i blucerchiati vantano ben 26 reti messe a segno in casa fino ad’ora, secondi solo alla Lazio per reti casalinghe, e una sola sconfitta nelle ultime cinque gare di campionato.

Il Torino non trova i tre punti in Serie A sul campo della Sampdoria dal Marzo del 1993. Da allora sei vittorie per i blucerchiati e cinque pareggi. Per cercare di invertire la tendenza e sfatare questo tabù Mazzarri si affida in attacco a Iago Falque e Niang, dal quale in particolare si aspettano più gol decisivi. I granata non perdono in trasferta da cinque gare, dato che fa ben sperare Mazzarri nonostante quattro di queste gare siano state pareggiate. Due i successi invece per il Torino nelle ultime tre gare con l’ex tecnico di Sampdoria, Napoli e Watford in panchina, mentre altrettanti punti ( 6 ) erano stati ottenuti da Mijhailovic nelle precedenti 14 partite di campionato.

Arbitra il match Rocchi di Firenze, che nei precedenti con le due squadre ha concesso due rigori ai blucerchiati e tre ai granata.

Queste le formazioni in campo:

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Murru; Linetty, Torreira, Barreto; Ramirez; Zapata, Quagliarella. All.Giampaolo
Torino (4-3-1-2): Sirigu; De Silvestri, N’koulou, Burdisso, Molinaro; Obi, Rincon, Acquah; Baselli; Iago Falque, Niang. All.Mazzarri

Comincia la partita con un Torino aggressivo e poco intimorito dai risultati casalinghi della Sampdoria. La prima occasione arriva all’ottavo minuto di gioco con Iago Falque, in spolvero in questo campionato, che cerca la conclusione ma viene fermato dall’intervento di Murru. Nonostante la propositività il Torino subisce al ’10 il gol dello svantaggio. Torreira calcia in modo splendido una punizione e il pallone si insacca alle spalle di Sirigu. Sampdoria in vantaggio. Subito la reazione dei granata con un iniziativa di Niang che non ha buon fine. Al ’25 gli sforzi della squadra ospite vengono ripagati. A segno Acquah che trova il gol dopo una deviazione di Ferrari che spiazza Viviano e riporta il punteggio sulla parità.

Torreira porta momentaneamente in vantaggio la Sampdoria (foto dal web)

Continua a spingere il Torino, mentre la Sampdoria sembra aver accusato il colpo. Ottima occasione per Iago Falque al ’30, che però trova solo il calcio d’angolo. Sugli sviluppi di questo prova Niang con il tacco ma il palo gli nega la rete. La Sampdoria è poco lucida ma non corre pericoli enormi, anche se davanti non è mai stata produttiva. Si arriva all’intervallo dopo quattro minuti di recupero, concessi per via dell’infortunio di Obi, durante i quali Viviano salva nuovamente su una conclusione di Rincon.

Comincia la ripresa senza cambi da entrambe le parti. Partita tesa con le due squadre che cercano il vantaggio ma sono molto attente e prudenti a non subire gol. Si scalda intanto il gallo Belotti. La prima occasione del secondo tempo arriva al ’10 quando Ramirez tenta una conclusione, sventata però dalla difesa granata. La Sampdoria resta in avanti e al ’18 Molinaro sventa un’ altra azione pericolosa dei blucerchiati con Silvestre che tenta un colpo di testa da distanza ravvicinata. La partita è intensa e con frequenti capovolgimenti di fronte. Al ’20 tiro da fuori di Baselli che termina alto sulla traversa. Due cambi, uno per squadra, al ’25 della ripresa. Entra Caprari per Ramirez e Belotti per Niang, poco pericoloso e già ammonito.

Pochi minuti dopo, momento decisivo del match. Il Torino resta in dieci uomini per l’espulsione di Acquah, fuori per somma di ammonizioni. Ora gli uomini di Mazzarri difendono il pareggio, importante soprattutto dopo essere rimasti in inferiorità numerica. Al ’32 grande occasione per Belotti, che viene lanciato in porta ma poi prontamente rimontato da Murru che lo recupera in velocità e allontana il pallone. Ancora più clamorosa la palla gol al ’35 ancora sui piedi del gallo Belotti, che però spara alto sulla traversa e grazia la Sampdoria dallo svantaggio. Il match si avvia alla conclusione e sia fa sempre più caldo. Azioni concitate e proteste da ambo le parti.  Al ’42 espulso per proteste Mazzarri, agitato in questo secondo tempo. Nei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro occasioni per Samp e Torino ma Viviano e Sirigu evitano il gol che varrebbe la sconfitta alla propria squadra.

Si chiude così l’anticipo tra Sampdoria e Torino. Punteggio finale di 1-1 dopo una partita molto combattuta. Entrambe le squadre proseguono nel rullino di marcia positivo avviato nelle ultime gare di campionato.

 

GABRIELE SABATINI

 

 

Adv
Adv
Adv
Back to top button