17.3 C
Roma
Maggio 18, 2021, martedì

Above, scacchi con gli dei dell’Olimpo

- Advertisement -

Don’t Panic Games ci propone una rivisitazione degli scacchi in chiave boardgames, con protagonisti le note divinità dell’antica Grecia.
Il gioco è indipendente dalla lingua e si presenta in una veste molto particolare e dalla buona estetica, basti pensare alla plancia che è di forma circolare. Può essere intavolato con 2 o 4 partecipanti; nel secondo caso si parla di una partita a squadre. La durata stimata è di circa 30 minuti.

Above – Ambientazione & Ispirazione

La storia di come Zeus salì al potere sconfiggendo Crono, è nota ai più. Ma non tutti sanno che il trono reclamato dal dio dei fulmini è sempre stato oggetto di desiderio dei suoi altri simili.
L’obiettivo a cui puntano tutte le divinità dell’Olimpo si trova al centro della plancia formata da cerchi concentrici. Giungerci non sarà così semplice come sembra. Ognuno dei contestanti sfrutterà i propri poteri per mettere i bastoni tra le ruote agli altri.
In ogni caso, saremo noi a decidere chi l’avrà vinta, accompagnandolo direttamente sul trono prima che lo facciano i nostri avversari.

Zeus, Era, cerchi e pedine – Contenuto: Con cosa giochiamo

Sono decisamente insolite le dimensioni della scatola di Above. Di forma quadrata, non si sviluppa in altezza ma per la diagonale. L’illustrazione in copertina, affascinante, riporta il tabellone di gioco circolare.
Ecco il contenuto di Above:
– 1 Tabellone da assemblare
– 8 Miniature Divinità
– 16 Carte Divinità a doppia faccia
– 1 Regolamento
– 24 Segnalini: 6x
Fulmine
Fertilità
Portale
Barriera

above
Contenuto della scatola – PhC: Emanuele Iuliano

Le miniature divinità si presentano in plastica e tutte di colore diverso. Il loro aspetto si differenzia solo per genere e per il simbolo sullo scudo, a rappresentanza del potere della divinità cui appartiene.

Ecco il Video Unboxing.

Above – Come si gioca

Partendo da una base scacchistica ed astratta, una partita ad Above vede i giocatori alternarsi seguendo queste 3 fasi:

-Attivazione Divinità
-Movimento
-Potere

Come annunciato, il gioco termina quando viene raggiunto lo scopo da uno dei partecipanti: far arrivare una qualsiasi divinità sul trono, al centro della plancia.

In una partita a 2 giocatori, ognuno possiede la stessa serie di carte a faccia in su, una per ogni divinità. In 4 giocatori, invece, vengono distribuite equamente a coppie. Le miniature vengono poste sui cerchi in base ad un sistema particolare dettato durante il setup.

Attivazione Divinità
Durante questa fase, il giocatore di turno decide quale carta esaurire, girandola a faccia in giù, per poter muovere la divinità associata.

above
Plancia circolare – PhC: Emanuele Iuliano

Movimento
La miniatura viene mossa in avanti o lateralmente. Se nel suo passaggio incontra un segnalino, esso verrà attivato e poi scartato. Questi possono essere:
Fulmine: si attiva quando una divinità entra in uno spazio circostante al segnalino o quello in cui si trova lo stesso; annulla il potere della divinità.
Barriera: lo spazio occupato da questo segnalino non può essere valicato.
Portale: permette di spostarsi in uno spazio qualsiasi dove sia presente un segnalino gemello. Andranno scartati entrambi.
Fertilità: regala un movimento aggiuntivo alla divinità che lo attiva.

Potere
Viene, finalmente, risolto il potere della divinità associata alla carta esaurita. Questa fase segna anche la fine del turno.

Poteri delle divinità

Come detto sopra, i giocatori avranno a disposizione delle carte divinità tramite le quali potranno muovere le miniature ed attivarne i poteri.
Una volta esaurite tutte, andranno rigirate a faccia in su, in una partita a 2 giocatori.
In una partita a 4 giocatori, invece, andranno scartate in una pila comune dalla quale attingeranno non appena le terminano.

Zeus: fa posizionare un segnalino fulmine in uno spazio vuoto.
Ares: fa posizionare due segnalini barriera in due spazi vuoti.
Ade: fa posizionare un segnalino portale in uno spazio vuoto.
Demetra: fa posizionare un segnalino fertilità in uno spazio vuoto.
Era: fa esaurire una carta ad un avversario, a scelta di chi usa il potere.
Atena: fa esaurire fino a 2 proprie carte, così da velocizzare il recovering delle altre.
Poseidone: fa rimuovere un segnalino qualsiasi dalla plancia o consente di muovere una divinità di uno spazio indietro.
Afrodite: fa muovere un’altra divinità, non indietro come sempre. Inoltre non può essere il passo decisivo verso il trono.

above
Carte divinità – PhC: Emanuele Iuliano

Above – Titoli di coda

Sembra di stare giocando a scacchi con il destino del mondo antico. Above ci pone al di sopra delle note divinità, proprio perché siamo noi a decidere chi siederà sull’agognato trono.
Un gioco decisamente strategico, soprattutto in 2 giocatori dove esprime il suo massimo. In 4 giocatori, invece, assume dei toni più leggeri e divertenti a mio parere.
L’asimmetria delle divinità offre una buona variabilità, anche grazie al setup iniziale e casuale sul posizionamento delle miniature.
L’ambientazione è molto assente a causa del suo genere astratto, mentre l’interazione diviene decisamente più importante di una qualsiasi partita a scacchi, poiché si gestiranno delle pedine che effettivamente sono in comune.
Anche i segnalini aggiungono quel pizzico in più di pianificazione e divertimento, che siano invalidanti oppure di supporto.
I materiali sono discreti, pochi dopotutto. Ma giusti.

Above è un’ottima alternativa agli scacchi, da intavolare quando si cerca quel quid in più di interazione e magia, rispetto allo storico colossale gioco cui si ispira.

Con Above, ci poniamo oltre il potere degli dei. Giocheremo con il loro destino.

Have a good game!

Seguici su:




© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Emanuele Iulianohttp://www.metropolitanmagazine.it
Napoletano all'anagrafe ma viaggiatore di innumerevoli mondi grazie alla sua fantasia. I boardgames si annoverano fra le sue più grandi passioni, insieme a quella per la scrittura. Dall'unione di queste, nasce la voglia di entrare a far parte del team di Metropolitan Magazine Italia, in particolare tra i folli Unicorni di InfoNerd.
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -