Alberto Cisolla è senza dubbio uno dei simboli della pallavolo italiana. Il senatore azzurro scende sui traflex di tutta Italia da oltre vent’anni e non ha certo intenzione di fermarsi. Una carriera gloriosa, tanto in Nazionale quanto nei club, che lo hanno reso un punto di riferimento anche per le nuove generazioni. Scopriamo tutti i numeri dell’eterno Cisolla.

Alberto Cisolla: una carriera nata nella “sua” Treviso

Nella pallavolo moderna vi è più di qualche esempio di giocatori non giovanissimi che continuano a dare spettacolo sui campi di tutta Italia. Parlando di longevità, in ambito femminile è d’obbligo citare l’eterna Francesca Piccinini, mentre nel maschile uno dei nomi simbolo è indubbiamente quello di Alberto Cisolla. Lo schiacciatore trevigiano ha iniziato la sua carriera nella squadra della sua città, partendo dalle giovanili nel 1994. Nella stagione 1996/1997 l’esordio in Serie A1 con la prima squadra e quel numero 15 sulla maglia a cui rimarrà legato per gran parte della carriera. Il lungo sodalizio con la Sisley Treviso, terminato nel 2009, ha regalato a Cisolla molti trofei: una Junior League nel 1997, due Coppe Cev (1998, 2003), sette Supercoppe Italiane (1998, 2000, 2001, 2003, 2004, 2005, 2007), 7 Scudetti (1998, 1999, 2001, 2003, 2004, 2005, 2007), quattro Coppe Italia (2000, 2004, 2005, 2007), tre Champions League (1999, 2000, 2006) ed una Supercoppa Europea (1999).

Alberto Cisolla
Alberto Cisolla con la maglia di Brescia – Photo Credit: Legavolley

Nel 2009 Cisolla ha abbandonato la città natale per iniziare una nuova avventura con la Lube Banca Marche Macerata, in cui ha vestito la maglia numero 3. Il ritorno al numero 15 è avvenuto nella stagione 2010/2011, quando lo schiacciatore si è spostato a Roma, dove è rimasto per un paio d’anni. Nel 2012 Cisolla è stato ingaggiato da Latina, con cui ha interrotto il rapporto lavorativo nel marzo successivo per una breve parentesi all’estero, nel Muharraq (Bahrein). Il 23 luglio 2013, a mercato già chiuso, la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ha ufficializzato l’arrivo dello schiacciatore classe ’77. L’anno successivo, Cisolla ha iniziato una nuova parte della carriera che lo ha visto protagonista della Serie A2.

La carriera continua in Serie A2

Nel 2014 Alberto Cisolla ha iniziato a giocare in Serie A2 con la maglia di Ortona, tornando al “suo” numero 15. Numero a cui è rimasto fedele anche a Brescia, dove si è trasferito nella stagione 2015/2016. Il legame con la società lombarda non è ancora terminato e Cisolla ha già espresso la volontà di chiudere con il volley giocato proprio in maglia biancoblu. “Ammirevole il suo impegno in allenamento su qualsiasi esercizio, anche il più banale. È un esempio per tutti: Ciso è il nostro Roberto Baggio” ha dichiarato un orgoglioso Roberto Zambonardi, coach del club. Di certo non mancano i colpi di classe che solo un campione con la grande esperienza di Cisolla può mostrare, come il “rovescio” fatto nel match dell’ottobre 2019 contro Siena.

Sono felice di poter ricambiare la fiducia di Brescia: io continuo a giocare finché posso/ripagarla con qualità e entusiasmo. Dal punto di vista agonistico, il lock down è stato pesante: la voglia di riscatto dopo la finale di Coppa era tanta e non abbiamo potuto metterla in campo con i play off. Dovremo essere bravi a portare questo spirito dentro al prossimo campionato. L’obiettivo è quello di ripartire con la nostra serietà e il nostro impegno pronti a vedere cosa ci chiederà la stagione. […] abbiamo sempre dimostrato di poter dare filo da torcere alle grandi corazzate, son certo che lo faremo ancora” (Alberto Cisolla dopo il rinnovo per la stagione 2020/21)

Alberto Cisolla: Nazionale e numeri da record

Alberto Cisolla vanta anche 153 presenze in Nazionale. Ciso ha esordito in maglia azzurra il 29/11/2000, nel match Italia-All Star svoltosi a Trento e terminato 3-2. Indimenticabile poi la medaglia d’argento dei Giochi Olimpici di Atene 2004. L’anno successivo, nel 2005, arrivò il titolo continentale agli Europei casalinghi, dove Cisolla vinse anche il premio come miglior giocatore della competizione. Lo schiacciatore trevigiano è rimasto in Nazionale fino al 2009, collezionando anche un argento ed un bronzo in World League (rispettivamente nel 2003 e nel 2003), un argento in Coppa del Mondo nel 2003 ed un bronzo nella Grand Champions Cup del 2005.

Una carriera iniziata 25 anni fa ed il cui termine non è così vicino. Cisolla ha dunque la possibilità di incrementare i già incredibili numeri raggiunti in campionato: 682 incontri disputati (di cui 515 in Serie A1), 430 dei quali vinti. I punti totali messi a referto nelle competizioni nazionali sono 7617. Venticinque anni di carriera (di 18 in A1) e non sentirli.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

© RIPRODUZIONE RISERVATA