Pallavolo

Francesca Piccinini: l’eterno 12

Era il 21 settembre 2019 quando Francesca Piccinini annunciava il suo ritiro dal mondo della pallavolo.
Dopo quasi 30 anni di carriera, ecco che la regina del volley italiano sembra appendere le ginocchiere al chiodo.
Ma passano pochi mesi e a metà gennaio è di nuovo lì, in palestra ad allenarsi, pronta a ripartire con il nuovo anno.
Il blocco dettato dal COVID-19 non ha, fortunatamente, sviato la sua ripresa: è infatti recente la notizia ufficiale della sua riconferma per il prossimo campionato con UYBA Busto Arsizio.

Francesca Piccinini - Photo Credits: Lega Pallavolo Serie A Femminile
Francesca Piccinini – Photo Credits: Lega Pallavolo Serie A Femminile

Francesca Piccinini – Carriera

Gli esordi

Francesca Piccinini, schiacciatrice, posto 4.
A soli 14 anni è in serie A1.
Il suo trampolino di lancio è Pallavolo Carrarese, ma dopo poche stagioni nei club italiani, a soli 18 anni, arriva il Brasile con Rexona.
La Superliga brasiliana è un’esperienza unica, che la porta in contesti internazionali e le permette di crescere molto.
Tecnica, impegno, animo da agonista e professionista, grinta da vendere.

Il legame con Volley Bergamo

Al suo ritorno in Italia l’aspetta Bergamo: un lungo matrimonio che va dal 1999 al 2012.
Con il team lombardo arrivano tante soddisfazioni: quattro scudetti, due coppe Italia, tre Supercoppe italiane, cinque Champions League e una Coppa delle Coppe.

Contemporaneamente mantiene la sua presenza fissa in Nazionale.
Dal 1995 arrivano le prime convocazioni, e anche qui i successi sono notevoli: vince il campionato mondiale nel 2002, la Coppa del Mondo nel 2007, il campionato europeo e il Grand Champions Cup nel 2009.
Oltre a queste, diverse sono le medaglie di bronzo e argento ai campionati europei e al World Grand Prix.

Il ritiro

A giugno 2012 quella lettera ai suoi tifosi rossoblu:

“E vissero felici e contenti…”. Voglio cominciare da qui, come già avrete potuto capire, questa è la mia lettera di addio alla Volley Bergamo. Quando ho preso in mano la tastiera ho pensato: devo scrivere una lettera bellissima. Ma poi ho pensato che non esistono parole per descrivere la mia più grande storia d’amore professionale. La Foppa è stata metà della mia vita e Bergamo ne è stata la casa.

Così si sancisce il suo addio a Volley Bergamo e l’inizio di un lungo periodo itinerante fatto di club italiani diversi: Chieri Torino, Modena, Casalmaggiore, Novara.

Infine, arriva a settembre 2019 l’annuncio dell’apparente ritiro: 40 anni, una lunga carriera di successi, il desiderio di una famiglia, la voglia di una vita che non sia tutta racchiusa in palestra e la libertà di poter scegliere gli impegni della giornata.

Il ritorno

Ma non è facile stare lontani dalla rete per chi ha dedicato tutta la sua vita alla pallavolo: dopo pochissimi mesi dall’annuncio, UYBA Busto Arsizio riesce nell’impresa di far ricredere la campionessa e nel 2020 torna in veste di farfalla.
Francesca è determinata, nel cuore l’entusiasmo degli albori ed è pronta a dare il cento per cento.

“Di partecipare a Francesca non piace […] Sono nata per vincere, ce l’ho nel dna”

https://www.instagram.com/p/B79Tu6JoR1Y/
Francesca Piccinini annuncia il suo ritorno al volley con la UYBA Volley – Photo Credits: Francesca Piccinini offical Instagram account

Quando la voglia di giocare c’è, non ci sono limiti di età o convenzioni sociali che reggano: l’eterno numero 12 continuerà a far sognare il mondo del volley anche per la stagione 2020-2021, sempre con UYBA Volley.

“Sono orgogliosa di continuare ciò che avevo intrapreso insieme al Club a gennaio; non avrei mai lasciato incompiuto questo cammino interrotto bruscamente a causa della pandemia. Sono certa che le soddisfazioni sportive non mancheranno”.

Francesca Piccinini – Titoli e vittorie

Al momento, Francesca vanta un palamrès di tutto rispetto:

  • 5 scudetti,
  • 7 Champions League,
  • 1 Coppa delle Coppe,
  • 4 Coppe Italia,
  • 1 CEV Cup,
  • 1 Supercoppa Europea,
  • 5 Supercoppe Italiane,
  • 1 oro Mondiale,
  • un oro, due argenti e un bronzo Europeo.

Tra i vari successi manca però l’Olimpiade.
Oltre al prossimo campionato, infatti, le soddisfazioni potrebbero arrivare anche con la Nazionale: le Olimpiadi rimangono un chiodo che Piccinini si porta dietro e che potrebbe essere il suo prossimo obiettivo.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

Back to top button