Attualità

Alessia Orro, torna tre anni dopo lo stalker della pallavolista

Il 55enne che tre ann fa perseguivata la pallavolista Alessia Orro, è stato di nuovo arrestato. Messaggi sui social e appostamenti dopo le partire.

Lo stalker di Alessia Orro è tornato

Tre anni di silenzio, poi ritorna. Lo stalker di Alessia Orro è riapparso dopo diversi anni.

La pallavolista di 23 anni è stata riavvolta dal suo incubo. L’uomo che tre anni fa la perseguitava agli allenamenti, alle partite, sui social nel 2019, è finito agli arresti domiciliari per atti persecutori.

La giocatrice della Vero Volley Monza e della nazionale italiana ha invitato sui social a denunciare gli atti di violenza.

Si chiama Angelo Persico l’uomo di 55 anni che è sttao arrestato nuovamente dai carabinieri. Nelle settimane passate lo stalker della pallavolista si è fatto rivedere.

L’uomo è stato fermato dai carabinieri grazie all’intercettazione della sua macchina: era all’esterno del palazzetto di viale Stucchi, a Monza, mentre aspettava l’atleta prima di una sessione di allenamenti.

Le parole della giovane sui social hanno fatto intervenire sulla questione anche il club di cui lei fa parte, mostrando loro tutto il sostegno della pallavolista e la loro opposizione a qualsiasi forma di violenza.

Ecco le parole di Alessia

Mi sento in dovere come atleta e personaggio pubblico di condividere con voi quello che ormai piano piano sta uscendo ovunque.. Vorrei dare l’esempio non solo dentro il campo, ma anche e soprattutto fuori, aiutare tutte le persone che hanno o stanno passando questo momento difficile come è successo a me in passato e in questo ultimo periodo

Aggiunge poi il richiamo a denunciare la violenza

Siate coraggiosi, perché io in prima persona so benissimo quanto possa essere difficile, soprattutto quando ti rendi conto che il passato potrebbe tornare nel presente, ma vi posso assicurare che sarebbe ancora più difficile affrontarlo da soli!

Rebecca-Asia Spadon

Seguici su
Instagram : https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Back to top button