Motomondiale

Alex Rins: “Suzuki avvantaggiata da una serie di situazioni”

Il bilancio complessivo dei test in Qatar può essere positivo in casa Suzuki, che nella combinata dei tempi ha piazzato Alex Rins e Joan Mir in top 10. Entrambi i piloti di Hamamatsu hanno girato sotto il muro dell‘1’54”, ovvero tra la privilegiata cerchia di coloro che a Losail sono andati forte. Proprio Alex Rins ha espresso le sue sensazioni alla vigilia dell’apertura del Mondiale 2021. Il 26enne di Barcellona ha parlato della sua condizione fisica, gettando poi uno sguardo globale alla stagione motociclistica imminente. Scopriamo insieme le sue parole!

Alex Rins: “Nel 2020 ho chiesto tanto al mio fisico”

La scorsa stagione di Alex Rins è stata la sua migliore di sempre in MotoGP. Lo spagnolo ha evidenziato una costante crescita nelle ultime tre stagioni in top class, che dal 2018 al 2020 lo hanno visto rispettivamente occupare la quinta, la quarta e la terza posizione finale in classifica piloti. Alex viene da un’annata notevole, coronata da quattro podi e una vittoria nelle ultime sette gare. Tuttavia bisogna considerare che Rins è stato costretto a saltare la gara inaugurale per una frattura alla testa dell’omero dopo una scivolata nelle qualifiche del GP di Spagna, infortunio che lo ha pesantemente condizionato per almeno metà stagione. Mettendo insieme tutti questi dati non è utopistico pensare che, senza sfortune del genere, Alex si sarebbe potuto contendere il mondiale con il compagno di squadra Joan Mir. A proposito di ciò, il catalano ha fatto il punto sulla sua condizione atletica attuale:

“La pausa invernale mi ha aiutato a riposare. Nel 2020 ho chiesto tanto al mio corpo, sottoponendolo a molto stress dopo la caduta di Jerez. Ora sto molto bene. Fisicamente sono molto forte e lo noto quando sono in bici e in palestra. Anche nel 2020 ero arrivato molto in forma ma l’incidente nella prima gara ha limitato tutto”.

Alex-Rins
Alex Rins ai box nei test in Qatar. – Photo Credits: Motogp.com

Rins prospetta un 2021 brillante per la Suzuki

Il 2021 di Suzuki comincia sotto una buona stella sia per gli incredibili trionfi dell’anno passato sia, come anticipato, per le convincenti prestazioni nei test qatarioti. Per i piloti sono arrivati aggiornamenti di aerodinamica, elettronica e telaio. Alex Rins, dato che in questo inverno lo sviluppo dei motori era congelato, ha addirittura provato la prima versione del propulsore 2022. L’impressione è che la Casa giapponese continui a lavorare molto e bene, passando inosservata più per la modesta appariscenza delle sue novità tecniche che per la loro reale efficacia. Hamamatsu per la stagione alle porte non ha pensato a rivoluzioni, consapevole della bontà del proprio prototipo. La Suzuki nel 2020 si è imposta sui rivali esaltando un progetto tecnico sostanzialmente semplice, che ha puntato con successo al raggiungimento di una condizione essenziale: l’equilibrio. Infatti la moto di Rins e Mir non aveva punti deboli tra motore, ciclistica, gestione delle gomme e tutti gli altri settori. Di conseguenza la versatilità della Suzuki ha consentito ai piloti di adattarsi velocemente ai diversi circuiti e alle differenti condizioni atmosferiche e di aderenza. Alex ha espresso la sua opinione per quanto riguarda la situazione tecnica della sua squadra in relazione agli avversari:

“Penso che saremo avvantaggiati dalla cancellazione dei test a Sepang. Questo perché tanti piloti hanno cambiato team quest’anno. Coloro che stanno cambiando moto o debuttando in categoria troveranno più dura la perdita di quel test di quelli come noi che rimangono su una moto competitiva. Penso che avremo un vantaggio anche se ci saranno meno gare doppie sulla stessa pista. Noi sappiamo che andiamo su ogni circuito e la moto si comporta bene. Questo è un nostro grande punto di forza. Potrebbe essere un anno brillante per la Suzuki, tuttavia dovremo lavorare più duramente dell’anno scorso. Se devo basarmi sui risultati della scorsa stagione direi che Morbidelli, Vinales e Pol Espargaro saranno tutti forti“.

Alex-Rins
Alex Rins in azione, test Qatar 2021. – Photo Credits: Motogp.com

Arriva la rivista di Motorsport Metropolitan

Il primo numero della nostra rivista (gratuita!) targata Motorsport Metropolitan è disponibile sulla piattaforma Issuu. Scaricatela per leggere tutti i nostri contenuti esclusivi!

SEGUICI SU:

? INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
? YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
TWITTER: https://twitter.com/Motorsport_MM
? SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
? PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
✍️ GRUPPO FACEBOOK:https://www.facebook.com/groups/763761317760397
? NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Tommaso Maresca

Back to top button