Attualità

Allarme colera dall’Ucraina, cosa rischia l’Italia? La risposta di Bassetti: “Bisogna intervenire subito”

Adv

L‘Organizzazione Mondiale della Sanità lancia l’allarme colera proveniente dall’Ucraina. La guerra ha contribuito a limitare i servizi igienici mettendo a rischio le popolazioni con nuove malattie, correndo un vero e proprio rischio di diffusione in ogni parte di Europa. Matteo Bassetti, a tal proposito, asserisce il bisogno di intervenire repentinamente per scongiurare eventuali nuove epidemie.

Allarme colera dall’Ucraina, Bassetti interviene: vaccinarsi è la soluzione

Si diffonde l’allarme del colera in Ucraina: il conflitto in corso ha generato delle condizioni igienico – sanitarie precarie, mettendo a rischio al popolazione sul fronte sanità. L’Ucraina deve fronteggiare un vero e proprio focolaio; le conseguenze dell’espansione del colera non sono solo limitate alle aree di guerra. I profughi che stanno scappando, in viaggio per l’Europa, potrebbero infatti diffondere la malattia, anche in Italia. Al problema imminente risponde Matteo Bassetti, direttore del reparto di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, asserendo il bisogno impellente di intervenire subito sui profughi che giungono in Italia:

“Senza valutare se abbiamo fatto o meno le vaccinazioni: gli va rifatto completamente tutto il ciclo vaccinale. Morbillo, polio e colera sono malattie che, potenzialmente, si possono prevenire con la vaccinazione. In Ucraina, però, c’era già prima una bassa propensione”.

Matteo Bassetti sottolinea l’importanza delle vaccinazioni: unico modo per limitare la diffusione del colera.

“Il miglior alleato delle malattie infettive sono le guerre. Queste malattie colpiscono in condizioni socio-economiche disagiate e la situazione sociale, economica e igienica in Ucraina ora è labile. Non dimentichiamo che l’Ucraina aveva un’adesione alle vaccinazioni molto bassa, prova ne è che già prima della guerra c’erano focolai di polio, morbillo. E ora è arrivato anche il colera”

Foto in copertina: Credits – TGCOM24

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button