Esteri

Almeno 44 i morti per la bufera di neve in Pakistan

Adv

Sale ad almeno 44 morti e almeno 41 feriti il bilancio provvisorio delle bufere di neve e del gelo che si sono abbattuti negli ultimi giorni su varie parti del Pakistan, secondo l’ultimo bollettino ufficiale.  

Nello stesso Punjab altre 7 persone sono morte per il crollo di un tetto, sotto al peso della neve. Altre 12 persone hanno perso la vita e 29 sono rimaste ferite nel distretto nord-occidentale del Khyber Pakhtunkhwa, al confine con l’Afghanistan, in conseguenza delle nevicate ma anche delle piogge.

Infine, due bambini sono morti per il crollo di un tetto nel Beluchistan.  Ma il bilancio delle bufere comprende anche una moria di animali, la distruzione o il danneggiamento di molte abitazioni, danni gravi a strade e altre infrastrutture, blocco della circolazione.

Pakistan, tragedia in montagna. Una tempesta di neve uccide decine di persone. Video «3B Meteo – .

momento della lettura
1 minuto, 3 secondiTragedia in Pakistan, decine di morti per una bufera di neve

Murree è una nota località montana nel nord dello Stato del Pakistan, a circa 2300 m di altitudine e negli ultimi giorni è stata interessata da nevicate particolarmente abbondanti che ha ha attirato migliaia di persone di turisti. Troppi e tutti insieme tanto che si sono creati incredibili ingorghi su strade lunghe oltre 100 km e questo mentre le condizioni meteorologiche sono ulteriormente peggiorate. Una tempesta di neve ha colpito l’intera area con accumuli di oltre un metro in meno di 12 ore. Quindi le persone sono rimaste bloccate nelle loro auto con i motori accesi per riscaldarsi ma per alcuni di loro è stato un errore fatale. La neve che cade ha intrappolato le auto in trappole mortali, i gas di scarico sono entrati nelle auto e il monossido di carbonio ha ucciso tutti gli occupanti. Altre vittime sembrano essere state causate da congelamento o incidenti, almeno 21 secondo le autorità ma è ancora un bilancio provvisorio. Sui social stanno girando numerosi video che mostrano scene terribili, noi, anche e soprattutto per rispetto di chi ha perso la vita, abbiamo scelto di mostrarvi quelle meno scioccanti.

Related Articles

Back to top button