Storia del derby della Mole infuocato dal famoso gesto di Enzo Maresca

Torino-Juventus è il posticipo del 24 febbraio del 2002, 24^ giornata del campionato di Serie A. I bianconeri vivono il prepartita consci delle vittorie di Inter e Roma nel pomeriggio e della cocente rimonta dell’andata, in rimonta per 3-3. E’ una di quelle serate destinate a rimanere nella leggenda per un gesto. Quanti ne abbiamo visti nei derby in occasione di un goal? Le lacrime di Schelotto contro il Milan, il selfie di Totti, il tiro da centrocampo di Mascara. Benvenuti nell’amarcord Torino-Juventus

Torino-Juventus 2-2, il tabellino del match. (Fonte: Wikipedia)
Torino-Juventus 2-2, il tabellino del match. (Fonte: Wikipedia.it)

Amarcord Torino-Juventus: la partita

E’ la prima Juventus del Lippi-bis. Via Ancelotti, Inzaghi e Zidane; dentro Trezeguet, Nedved, Buffon, Thuram. Il Torino, invece, è una creatura in fase embrionale, ma già compatta e determinata. La consapevolezza dei propri mezzi arriva dal lavoro tecnico di Giancarlo Camolese che scende in campo, quella sera con Bucci; Galante, Delli Carri, Fattori; Comotto, Asta, Scarchilli, Vergassola, Mezzano; Ferrante, C.Lucarelli.

Juventus subito in vantaggio con Edgar Davids che brucia la corsia mancina e mette in mezzo un pallone su cui si avventa il solito David Trezeguet. Il Torino è determinato e ci prova in ogni modo. A battere la difesa di un apparentemente impenetrabile Buffon è un destro ravvicinato di Ferrante che esulta mimando le corna di un toro con le dita.

Le immagini di quel Torino-Juventus

Il vantaggio granata è firmato da Benoit Cauet, subentrato proprio a Ferrante all’80’, con un inserimento sul cross di Cristiano Lucarelli. Sembra l’inizio della fine, ma è il 2002: la Juventus è abituata alle rimonte durante quella stagione. Questa sarà determinata da un singolo che, certamente, ha fatto la storia di altre squadre in giro per l’Europa, ma di sicuro non quella dei bianconeri. A tempo scaduto, Enzo Maresca svetta sul cross di Thuram e viene annoverato negli annali per aver imitato, polemicamente, le corna di Ferrante.

La rimonta della Juventus

Un pareggio che, alla fine, non servirà a nessuno ma che rimarrà leggenda per quel marcatore decisamente inatteso…

© RIPRODUZIONE RISERVATA