Cronaca

Amsterdam: ingegnere informatico italiano trovato morto, non si esclude l’omicidio

Un ingegnere informatico originario di Allumiere (Roma), Paolo Moroni, 42 anni, è stato trovato morto ad Amsterdam dove lavorava da alcuni anni. La morte risalirebbe al 27 gennaio. Sulla vicenda indaga la polizia olandese che valuta l’ipotesi di omicidio. La famiglia, titolare di un ristorante nel centro della provincia di Roma, da alcuni giorni cercava invano di contattarlo, prima di ricevere la tragica notizia.

“Era tranquillo”. Così il fratello e la sorella di Paolo Moroni avrebbero commentato con gli investigatori l’ultima telefonata avvenuta domenica. Nella chiacchierata avevano parlato delle foto fatte la scorsa estate e l’uomo non aveva lasciato trapelare alcun segnale di preoccupazione. Il 42enne era tornato ad Amsterdam, dove lavorava regolarmente da anni, da una decina di giorni dopo aver passato un periodo di smart working nel suo paese natale, Allumiere.

“Tutta la comunità è distrutta, è stato un fulmine a ciel sereno, una vera tragedia”. Così il sindaco di Allumiere, Antonio Pasquini, commenta la morte di Paolo Moroni. “Ho fatto visita ai familiari e sono distrutti, non riescono ancora a comprendere cosa sia accaduto – racconta -. Sono una famiglia straordinaria, da sempre disponibile nei confronti dei meno fortunati, anche durante il periodo del Covid. Come comunità siamo loro vicino, come loro sono sempre stati vicini alla comunità. Ora tutti vogliamo che si faccia chiarezza, vogliamo sapere cosa è accaduto al nostro concittadino”. 

Adv

Related Articles

Back to top button