Sport

Spazio Wrestling MMI: Analisi della puntata del 19/09 di NXT

NXT anche questa settimana ha messo in scena un ottimo show; oltre ad un buon tag team match tutto al femminile abbiamo assistito all’esordio di una nuova Superstar e nel main event si sono affrontati Ricochet e Pete Dunne con in un match con in palio entrambi i loro titoli. Metropolitan Magazine ha analizzato per voi l’ultima puntata di NXT.

Lacey Evans e Aliyah vs. Deonna Purazzo e Dakota Kai

Il team face parte ma il gioco di squadra della Evans e  di Aliyah gli permette di isolare Deonna Purazzo dalla sua partner; il braccio della nuova stella di NXT viene preso di mira facendo rimanere al tappeto e distante dalla sua partner la Superstar. Quando Dakota Kai entra nel ring le sorti dell’incontro sembrano cambiare grazie alla sua freschezza atletica ma non si accorge del tag di Aliyah a Lacey Evans che esegue la sua finisher regalando la vittoria al duo heel.

Analisi del match:

Un buon opener che ha dato a tutte e quattro le Superstars la possibilità di mettersi in luce. Dakota Kai e Deonna Purazzo formano un buon tag team e potrebbero essere proposte come partner anche nel main roster. Lacey Evans e Aliyah invece funzionano meglio in match singoli, per quanto solo la Evans fin’ora ha convinto sul quadrato.

Jakxson Ryker vs. Humberto Carillo

Il membro dei Forgotten Sons fa il suo debutto contro Carillo, un talento locale. Ryker esegue una serie di Big Boot ai danni di Carillo che subisce all’angolo un Running Knee. Un tentativo di Springboard del sudamericano viene trasformato da Ryker in un Double Axe Handle. Una Slingshot Powerbomb porta alla vittoria Jaxson Ryker.

Analisi del match:

Ryker ha debuttato come altre Superstar ad NXT, ovvero con uno squash; la sua performance per quanto prevo è stata comunque di buon livello e visto anche il talento degli altri membri dei Forgotten Sons la stable potrebbe trovare anche un buon successo nel roster giallo.

Ricochet vs. Pete Dunne (Winner Takers All match)

I titoli di entrambe le Superstars sono in palio nel main event della serata; nelle prime fasi della contesa nessuno dei due campioni riesce ad ottenere un vantaggio consistente, l’incontro infatti si basa molto su scambi veloci e continui counter fra i due atleti. Pete Dunne tenta la Bitter End ma Ricochet esegue una Hurricarrana evitando la sconfitta. The One and Only esegue un altra Hurricarrana che spedisce Dunne fuori dal ring. Rientrati sul ring Ricochet tenta una 450 Splash ma trova il campione del Regno Unito pronto a mettere a segno una Triangle Lock.

The Bruiserweight esegue poi una sottomissione alle dita dello sfidante che però ne esce mettendo a segno una Brain Buster. Arriva l’Undipsuted Era che attaccando i due campioni pone fine al match per squalifica. Fanno il suo arrivo anche i War Raiders che inseguono Strong ,O’Reilly e Adam Cole mentre Ricochet e Pete Dunne si osservano sul ring.

Analisi del match:

Un main event fantastico che mette in luce il talento cristallino di Ricochet e Pete Dunne. Il finale era abbastanza scontato , era ovvio che l’Undisputed Era si sarebbe intromessa facendo finire l’incontro per squalifica. L’intervento dei War Raider getta la basi per quello che sarà il main event di NXT: Takeover Wargames, ovvero Ricochet e i War Raiders contro The Undisput Era contro Pete Dunne e i Moustache Mountain all’interno della doppia gabbia.

SIMONE FRANCESCHETTI

Homepage

https://www.facebook.com/spaziowrestling.it/

https//:www.facebook.com/metropolitanamagazineitalia

httsp://www.twitter.com/MMagazineItalia

Back to top button