Motomondiale

Andrea Dovizioso al contrattacco: “Yamaha? Abbiamo parlato in un vertice”

Le voci di una sostituzione con Jake Dixon giunte dall’Inghilterra. Una moto fortemente imperfetta che non riflette il talento dell’italiano. Dubbi. Incertezze e quant’altro. Non è stato un inizio positivo per Yamaha e per Andrea Dovizioso. Il pilota ha messo ordine nelle notizie delle scorse settimane nella conferenza stampa del giovedì che ha aperto, di fatto, il lungo weekend del Gran Premio di Portimao.

Le parole di Andrea Dovizioso in conferenza stampa

Voci di addio? Al momento non sto pensando se finirò la stagione o meno. Perché il mio obiettivo è essere più veloce e ridurre il deficit. Ora non è il momento di pensare a queste cose. Ci sono stati degli amici che avrebbero dovuto saperlo, ma poi si sono lasciati influenzare e mi hanno mandato dei messaggi: ‘Che succede?’ E io ho risposto ‘Ragazzi, niente. Calmatevi.’ Tutto si sta diffondendo così rapidamente che anche le persone che mi conoscono sono sconvolte. Ho appena avuto un incontro con la Yamaha e mi hanno detto ‘scusa’ dopo aver ottenuto 30 secondi in America – ha detto il pilota italiano nella conferenza stampa di presentazione del giovedì di Portimao –. Yamaha è molto consapevole degli aspetti negativi e vuole assolutamente lavorare. Perché sanno che insieme possiamo fare qualcosa di importante perché ho l’esperienza per aiutare la Yamaha. Miglioramenti alla moto? Spero che provino qualcosa di veramente aggressivo in alcune aree, perché penso che sia molto importante in questo momento. Ma non so se e soprattutto quando accadrà. Per fare certe cose serve tempo“.

Seguici su Metropolitan Magazine

(credit foto – Pagina Facebook WithU Motorsport)

Back to top button