Gossip e Tv

Andrea Pezzi, volto storico di Mtv e fidanzato di Cristiana Capotondi

Andrea Pezzi è stato tra i volti storici di MTV Italia a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila. Muove i primi passi nella radio di Alfonsine, e Radio Zero Ravenna per trasferirsi a Milano e intraprendere il percorso con Radio Deejay. Per Mtv inizia a lavorare nel 1996 conducendo da Londra (città nella quale ha vissuto per quattro anni) il programma Hot! Al ritorno in Italia presenta Tokusho e Kitchen, trasmissione nella quale invitava personaggi del mondo dello spettacolo a cimentarsi in cucina.

Dal programma Kitchen diventato un cult, è stato realizzato anche un libro dal titolo omonimo pubblicato da Bompiani. Lo stile fresco ed irriverente di Andrea Pezzi conquista Mtv ed il pubblico e continua con Sushi, talk show che si divide tra musica e fiction, per poi condurre Sashimi, nella quale ospitava gli artisti emergenti del periodo. I primi anni Duemila lo vedono protagonista in Rai: Carlo Freccero e Fabio Fazio propongono allo showman “Serenate” per la prima serata su RaiDue.

Andrea Pezzi tra Radio Deejay ed Mtv

L’ultima intuizione per Mtv è Bradipo, una serietv nata in contrapposizione al fenomeno nascente del Grande Fratello, nella quale racconta la vita di un personaggio pubblico tra ironia e surrealismo. Continua invece la collaborazione con Mediaset, realizzando 2008, il primo programma multimediale, nel quale i telespettatori giocavano e vincevano in tempo reale tramite sms. Ritorna nel 2004 in Rai al fianco per due anni di Gianni Minoli per Internet Cafè. Successivamente scrive e conduce un nuovo format, Il Tornasole nel quale si cimenta con argomenti di attualità attribuendo un taglio filosofico.

Dopo aver viaggiato per due anni e mezzo producendo documentari per la Rai nei quali intervistava personaggi di spicco del mondo della politica e dello spettacolo tra Asia e Russia, intraprende una nuova avventura nel mondo dell’imprenditoria fondando OVO una media company che produce video certificati dall’enciclopedia Treccani. L’azienda fondata nel 2007 per divergenze professionali con l’azionista finanziatore chiude nel 2009, per poi ricomprare le quote e ripartire come The Outplay nel 2014.

Andrea Pezzi e Cristiana Capotondi - Photo Credits: Profilo Instagram Cristiana Capotondi
Andrea Pezzi e Cristiana Capotondi – Photo Credits: Profilo Instagram Cristiana Capotondi

La nuova carriera da imprenditore digitale e l’amore con Cristiana Capotondi

L’anno successivo Andrea Pezzi fonda MyIntelligence, piattaforma tecnologica che offre soluzioni per aziende. MyIntelligence e The Outplay convergono nella holding Gagoo Group, anch’essa nata nel 2014. Nel passato dell’ex veejay , la storia con Claudia Pandolfi che destò clamore poiché l’attrice era sposata da solo un mese con Massimiliano Virgili. Una passione travolgente bruciata in poco tempo.

Dal 2006 l’imprenditore digitale è legato a Cristiana Capotondi attrice che lo aveva stregato in tempi non sospetti. In una recente intervista alla trasmissione Vieni Da Me, ha dichiarato:

Ero innamorato della bambina della pubblicità del Tegolino, avevo una cotta. Solo dopo qualche anno che stavo con Cristiana ho scoperto che era proprio lei

E’ La stessa Capotondi ad aver fatto il primo passo per conquistare il conduttore ed imprenditore romagnolo. L’ incontro era avvenuto durante un viaggio in aereo, raccontato così:

Prima di incontrare l’amore della mia vita, Andrea Pezzi, conquistato con un bigliettino in aereo perchè se non mi fossi mossa io, forse oggi non staremmo insieme, ho vissuto con un costante senso di mancanza, di vuoto. Quando cerchi la persona giusta sbagli delle cose volontariamente, per sperimentare e capire qual è il perimetro della tua felicità

Seguici su

Facebook

Metropolitan Gossip

Instagram

Twitter

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
Back to top button