Ann Hui riceve il secondo leone d’oro della 77esima edizione della Mostra di arte cinematografica di Venezia.
La regista è uno degli esponenti più accalmati della scena ‘new wave’ della Hong Kong degli anni ’80. Oltre la sua lunghissima carriera cinematografica, la Hui viene ricordata anche per il suo bellissimo lungometraggio The Song of Exile. Il film esamina a fondo la perdita d’identità, il disorientamento e la disperazione che si trova ad affrontare una madre in esilio, ed una figlia che deve affrontare scontri di culture e storicità.

Ann Hui PhotoCredit: Metropolitan Magazine
Ann Hui PhotoCredit: Metropolitan Magazine


Ha diretto film dai generi molto diversi  – ha ricordato il direttore della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia Alberto Barbera – Dal melodramma alla ghost story, da film semi-autobiografici all’adattamento di importanti testi letterari senza trascurare i drammi familiari, i film di arti marziali e i thriller. Ma in ogni suo film ha sempre dimostrato particolare interesse per le vicende umane e sociali, raccontando con sensibilità, ma anche con raffinatezza intellettuale storie individuali che intrecciano temi sociali importanti” .

Ann Hui nell’accettare la proposta ha dichiarato: “Sono davvero felice di ricevere questa notizia e sono onorata per il premio! Sono così felice che non riesco a trovare le parole. Spero solo che nel mondo tutto volga presto per il meglio e che ognuno possa sentirsi di nuovo felice come io mi sento in questo momento.”

Seguici su MMI e Metropolitan cinema

© RIPRODUZIONE RISERVATA