16.5 C
Roma
Aprile 17, 2021, sabato

Annalisa Minetti: “Grazie a mia figlia ritornerò a vedere”

- Advertisement -

Annalisa Minetti all’età di 18 anni ha ricevuto una diagnosi difficile da mandare giù a quell’età: la retinite pigmentosa. Si tratta di una disfunzione della retina che, progredendo con il tempo, causa la totale perdita della vista.

n anno fa a Domenica Live la coraggiosa cantante raccontò di aver conservato il cordone ombelicale di Elena Francesca perché le cellule staminali potrebbero aiutare a contrastare la sua malattia, o aiutare qualcuno dei suoi famigliari in futuro.

“Si tratta di un dono che Elena mi ha fatto e che io faccio alla mia famiglia” ha raccontanto Annalisa, che da qualche anno ha scoperto che anche sua sorella minore è affetta dalla stessa malattia. La cantante, oggi 40enne, convive con la malattia da quando ha 18 anni ed’è consapevole che la sua è una patologia genetica destinata a peggiorare con il passare del tempo. Tuttavia questo non le impedisce di sperare nella ricerca e sopratutto nelle cellule staminale “Se anche non vedo più, ho alcuni recettori ancora vivi e dobbiamo mantenerli vivi il più possibile. – continua poi affermando che – Le staminali possono essere una speranza in più per il buon esito dell’operazione”.

La cantante ha raccontato la gioia di essere diventata mamma per la seconda volta e la speranza di riacquistare la vista, proprio grazie all’aiuto della sua bambina. Sorridente e bellissima, Annalisa Minetti ha raccontato a Barbara D’Urso i suoi sogni per il futuro e la decisione di conservare il cordone ombelicale dopo il parto.

Le cellule staminali infatti potrebbero servire in futuro per contrastare la retinite pigmentosa, malattia di cui soffre l’atleta paralimpica e che l’ha portata a diventare cieca. “Farlo è stata una delle cose più intelligenti che potessi fare – ha spiegato -, è un dono che Elena ha fatto a me e che io faccio alla mia famiglia”. Annalisa Minetti aveva solamente 18 anni quando le fu diagnosticata questa terribile malattia che con gli anni peggiora sempre di più, oscurando a poco a poco il mondo che si ha intorno.

“Nella ricerca sulle staminali ci sono tantissime speranze per quanto riguarda la retinite pigmentosa – ha spiegato -. Sono in attesa di fare un’operazione. Se anche non vedo più, ho alcuni recettori ancora vivi e dobbiamo mantenerli vivi il più possibile. Le staminali possono essere una speranza in più per il buon esito dell’operazione”.

La piccola Elena è la primogenita di Annalisa Minetti e del marito Michele Panzarin, arrivata dopo il piccolo Fabio, 9 anni, frutto dell’unione con Gennaro Esposito, ma soprattutto dopo il dolore di un aborto spontaneo, che aveva segnato in modo indelebile la cantante.

“È arrivata lei, quando non ci credevamo più – ha raccontato nel salotto di Domenica Live, raggiante e bellissima, con la sua bimba fra le braccia -. Ho aspettato tanto a dirlo, non volevamo dirlo a nessuno per paura”. Ora non resta che attendere per scoprire se il cordone ombelicale della piccola Elena riuscirà davvero a regalare di nuovo la vista alla cantante, rendendo ancora più dolce la gioia di essere diventata di nuovo mamma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -