Musica

Antonello Venditti, la musica “Unica” del cantautore romano

Romanissimo e grande poeta e musicista: Antonello Venditti è stato e tutt’oggi è un punto di riferimento fondamentale per i romani e anche tutti gli italiani. La sua musica è capace di entrare nei cuori e conquistarli al primo ascolto.
Sin da adolescente Antonello aveva capito la propria propensione naturale alla musica. Basti pensare che Roma Capoccia, uno dei suoi capolavori, è stato composto quando aveva solo 14 anni!
Dopo qualche anno di studio accademico di pianoforte e incontri fortunati, Venditti riesce a pubblicare il suo album d’esordio: Theorius Campus nel 1972.

Da questo momento Venditti capì quanto la musica fosse importante per lui; iniziò così a diventare, poco a poco, uno dei “grandi” autori del panorama musicale italiano. Gli anni Settanta furono in questo anni di fuoco, in cui la musica stava finalmente prendendo una direzione di libertà d’espressione fin quel momento impossibile. La musica di Venditti è sincera, d’impatto, un vero e proprio arcobaleno dopo la tempesta o, in taluni casi, una tormenta improvvisa.

Antonello Venditti, da Roma ad “Amor”

Sicuramente di Venditti si ricordano perlopiù le canzoni romanesche, quelle espressamente dedicate alla città natale e del cuore dell’artista: Roma.
Roma per Venditti è casa, è famiglia, è valori, è condivisione, è amore. Roma, “Amor”. Il suo messaggio traspare sempre come un messaggio di speranza, un volersi bene, un abbracciarsi e abbattere i muri del pregiudizio.
Il vero successo per Antonello arriva però negli anni Ottanta. Qui, nel nuovo album, le sue canzoni raggiungono vette ancora inesplorate, come In questo mondo di ladri.

Manca veramente poco alla consacrazione di Venditti come di un autore della canzone leggera italiana.
Negli anni Novanta, dopo il successo incredibile di canzoni che abbiamo già nominato, arriva quello per l’amore sconsiderato, giovane, speranzoso. E arriva tramite Ricordati di me ed Amici mai.
Canzoni, entrambe, bellissime e memorabili nella storia della musica nostrana. Canzoni che ancora oggi risuonano a tutto volume e che sono amate tanto dai giovani.

globalist

Venditti, la canzone che fa sognare è “Notte prima degli esami”

Come dimenticare, poi, uno dei capisaldi della musica d’autore italiana, Notte prima degli esami. Una canzone che ha fatto piangere, ridere, commuovere, ricordare, rimpiangere, sognare migliaia di giovani in passato e lo fa tutt’ora.
La canzone che ci insegna a non mollare davanti alle difficoltà, a credere in noi, a sognare ad occhi aperti un futuro che, oggigiorno, appare sempre più incerto e dubbio, così come lo è la notte prima degli esami.
Venditti è un grande maestro nell’arte della scrittura; le sue canzoni sono vere e proprie storie, racconti di vita, d’amore, di sogni. Non si può non pensare in tal senso a Che fantastica storia è la vita, Unica, Alta marea e così via.
La musica di Venditti suona ancora forte, “unica” e incredibile così come è la vita.

Nicole Ceccucci

Back to top button