Ares Gate: Mediaset ha cancellato le clip

Mediaset ha cancellato le clip delle trasmissioni di Barbara D’Urso e Federica Panicucci sull’Ares Gate dal suo portale multimediale: su Mediaset Play sono stati eliminati tutti i riferitemi fatti a Pomeriggio Cinque e Mattina 5 sul caso scoppiato al Grande Fratello Vip grazie alle confessioni notturne di Massimiliano Morra e Adua Del Vesco.

Mediaset ha cancellato le clip

Alcuni utenti hanno lanciato l’allarme su Twitter, che ha trovato una conferma anche su Dagospia: dalla pagina di Pomeriggio Cinque, su Mediaset Play, poche ore fa sono state rimosse le clip sull’Ares Gate e sono state censurare le parti delle puntate in cui se ne parla. Dal portale multimediale del gruppo Mediaset è stata cancellata la puntata di mercoledì 23 settembre di Mattino 5, incentrata sulle dichiarazioni di Massimiliano Morra e Adua Del Vesco.. La notizia arriva dopo che Dagospia aveva scritto che Alberto Tarallo avrebbe diffidato Mediaset e promesso le vie legali se si continuava a parlare dell’argomento.

Su Instagranm, Lorenzo Crepi sull’Ares Gate ha voluto raccontare agli utenti della rete una storia di un uomo alla ricerca del potere, invitandoli anche a condividere la clip da lui caricata, che trovate in alto, sperando che giustizia possa essere finalmente fatta.

“Ragazzi volevo riprendere il discorso di ieri, raccontarvi di questa storia dei fine anni 80 dove c’era questo pappone, che si era inventato manager che trovò per strada giovani ragazze che oggi sono delle star, ma prima erano disperate” ha esordito l’attore. “Una faceva la benzinaia, ma questo signore riuscì a conquistare potere da omosessuale passivo trattando le donne come merce di scambio, non trattandole come esseri umani” ha aggiunto.

La bomba Ares Gate, la verità nascosta

Nei giorni scorsi Alfonso Signorini aveva promesso sviluppi clamorosi dopo le dichiarazioni di Adua Del Vesco e Massimiliano Morra e Barbara D’Urso aveva assicurato di aver sguinzagliato i giornalisti di Videonwews per appurare tutta la verità. Ora sembra calato il silenzio, complici, come ricorda sempre il portale di Roberto D’Agostino, gli intrecci tra la Ares e la famiglia Berlusconi: “Ares era una partecipata Mediaset, per cui ha lavorato sia Luna Berlusconi che la fidanzata del padre Paolo, Patrizia Marrocco, nel 2018 promossa in parlamento“, si legge nel tweet di Giuseppe Candela.

© RIPRODUZIONE RISERVATA