12.7 C
Roma
Aprile 21, 2021, mercoledì

Arnold Palmer Invitational: delusione per Molinari

- Advertisement -

Ha avuto luogo in Florida il primo round del torneo del PGA Tour Arnold Palmer Invitational, il quale durerà fino al 7 marzo e che vede in gara anche il nostro Francesco Molinari. Non sono mancate le sorprese, con il golfista azzurro che ha in parte deluso le aspettative della vigilia.

La delusione di Molinari

Francesco Molinari si presentava al torneo con grandi aspettative. Dopo tre top 10 nelle prime quattro uscite del 2021, Chicco è arrivato all’Arnold Palmer Invitational in svolgimento al Bay Hill Club & Lodge con l’obiettivo di bissare il grandissimo successo del 2019, che si aggiungerebbe a tre piazzamenti tra top-ten ottenuti nelle sette precedenti partecipazioni.

Ma l’inizio del torneo, vinto l’anno scorso da Tyrrell Hatton, è stato abbastanza deludente. L’azzurro che nella passata edizione non ha potuto difendere il titolo a causa di un infortunio alla schiena, rischia infatti di uscire al taglio a causa di sei bogey, un doppio bogey, e di due birdie (110/o posto, 78, +6). Insieme a lui, in campo anche gli altri due vincitori degli ultimi tre anni, Hatton appunto, e McIlroy. Grande delusione anche per l’inglese campione in carica, che si trova ora al 107/o posto (77, +5), mentre il nordirlandese McIlroy, che si è reso invece protagonista di una grande prestazione con un parziale di 66 (-6) impreziosito da 7 birdie, di cui 5 consecutivi, e un bogey, si trova ora alla guida del leaderboard insieme al canadese Corey Conners.

Il primo round dell’Arnold Palmer

Nel torneo di Florida, in cui sono assenti i primi cinque giocatori del ranking mondiale, ha avuto una buona partenza anche il californiano Bryson DeChambeau. L’undicesimo della classifica mondiale ha infatti ottenuto un punteggio di 67 (-5), classificandosi al momento 3/o. Per il resto, l’americano Jason Kokrak, il sudcoreano Byeong Hun An e il venezuelano Sebastian Munoz si sono classificati tutti 4/i, con il punteggio di 68 (-4), mentre al 7/o posto, con il punteggio di 69, (-3) si trovano appaiati ben otto giocatori, tra cui l’inglese Lee Westwood, che ha fatto registrare un parziale bogey free, e il norvegese Viktor Hovland.

Francesco Basso

Per rimanere aggiornati seguite la Nostra Pagina Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -