Calcio

Atalanta, il mercato regala a Gasperini una rosa più completa

Protagonista in campo e anche sul mercato: per l’Atalanta questa stagione potrebbe essere quella della definitiva consacrazione. I bergamaschi sono ormai stabilmente ai vertici del campionato italiano: in Europa, per il secondo anno consecutivo parteciperanno alla Champions League. In tutto questo si è chiusa una sessione di mercato difficile per tutte le società a causa dalla crisi dettata dalla pandemia di Covid-19. Il responsabile dell’area tecnica, Giovanni Sartori, ha saputo comunque regalare a Gasperini colpi interessanti.

Atalanta Getty Images
L’esultanza dei calciatori dell’Atalanta nella vittoria per 5-2 contro il Cagliari – Photo credits: Emilio Andreoli/Getty Images

Il mercato dell’Atalanta: le operazioni in entrata e in uscita

L’acquisto più importante a livello economico, e forse anche quello più interessante dal punto di vista tecnico, è stato quello di Miranchuck dalla Lokomotiv Mosca. Il fantasista russo, classe ’95, è arrivato a titolo definitivo per una cifra vicina ai 15 milioni di euro. Un giocatore di grande qualità, con spiccate doti tecniche, cercato anche da molti altri grandi club europei. Sempre in attacco è arrivato dal PSV Sam Lammers. Classe ’97, l’attaccante olandese ha già lasciato il segno, mettendo a segno un bellissimo gol nella vittoria per 5-2 contro il Cagliari. Miranchuk e Lammers vanno a rinforzare un reparto già molto forte: Gasperini ora potrà far ruotare tutti i suoi giocatori offensivi senza perdere di qualità, aspettando il ritorno di Ilicic

In difesa è arrivato, in prestito biennale con diritto di riscatto dalla Juventus Cristian Romero. Il difensore argentino è già entrato nelle rotazioni, e ora più che mai sarà fondamentale visto l’infortunio che costringerà Caldara a stare fermo ai box per almeno tre mesi. Sulle corsie esterne, fondamentali per il gioco di Gasperini, l’Atalanta ha deciso di puntare sul colombiano Mojica e su Depaoli. L’inserimento in rosa di quest’ultimo, arrivato in prestito con diritto di riscatto dalla Sampdoria, è servito anche a coprire il posto lasciato vuoto per il momento da Cristiano Piccini che non sta dando garanzie a livello fisico.

In uscita la scena è stata presa dalla cessione di Amad Diallo al Manchester United per 30 milioni di euro. Cresciuto nel settore giovanile bergamasco, il classe 2002 era destinato al Parma, prima dell’inserimento dei Red Devils che lo hanno portato in Inghilterra. L’ennesima grande plusvalenza della società del presidente Percassi. Tra i big, ha lasciato Bergamo solo Castagne, che si è accasato al Leicester. Molte poi le operazioni in uscita in prestito, soprattutto per molti giovani. Tutti gli altri pezzi da 90 sono rimasti alla corte di Gasperini: proprio questa continuità potrebbe rappresentare l’arma in più in questa stagione. Una squadra che conosce benissimo il proprio allenatore e il suo modo di giocare, e viceversa. Una rosa che si prepara ad affrontare una nuova stagione con tre competizioni da giocare.

Partenza sprint in campionato

L’Atalanta è, insieme al Milan, l’unica squadra a punteggio pieno con tre vittorie su tre (il Napoli non ha disputato la partita contro la Juventus). Un avvio record per la squadra di Gasperini: nella sua storia l’Atalanta non aveva mai vinto le prime tre partite in Serie A. Poi, ben 13 gol fatti e 5 subiti contro Torino, Lazio e Cagliari. Un Papu Gomez in grande spolvero con già 4 reti realizzate, e una consapevolezza di squadra ormai consolidata. Al ritorno in campo dopo la sosta per le Nazionali, l’Atalanta farà visita al Napoli. La settimana dopo inizierà anche la Champions League: Liverpool, Ajax e Midtjylland saranno le avversarie dei nerazzurri. Dopo aver giocato la scorsa edizione a San Siro, quest’anno la squadra di Gasperini potrà disputare le partite in casa nel proprio fortino, il Gewiss Stadium.

Paolo Trotta

Seguici su Facebook!

Back to top button