Tennis

ATP Queen’s: Berrettini batte De Minaur e conquista la prima finale 500

Adv

Solida prestazione di Matteo Berrettini, che sconfigge con un doppio 6-4 Alex De Minaur e accede per la prima volta in carriera alla finale del Queen’s Club Championships. Per l’azzurro si tratta della prima finale di un ATP 500, la terza dell’anno, la settima in carriera. Domani cercherà di aggiungere alla sua bacheca il titolo numero 5.

Berrettini solido, focalizzato, preciso e potente

Approccia in modo subito aggressivo la terza semifinale in carriera sull’erba, la prima al Queen’s Club, Matteo Berrettini. Il martello romano, oltre a servire in modo impeccabile, mette tanta pressione a De Minaur anche in risposta, trovando nel terzo gioco il primo break del match. Per non permettere a Berrettini di comandare lo scambio anche in risposta, l’australiano prova spesso a servire al corpo; l’azzurro infatti non trova sempre la reattività per uscire dalla traiettoria della battuta e quindi la soluzione dell’aussie si rivela efficace. L’italiano numero uno del mondo riesce a trovare solo un’altra palla break nel parziale, ma è al servizio che porta a casa il primo set. Concede a De Minaur infatti appena 6 punti, metà dei quali solo nell’ultimo turno di servizio, l’unico terminato ai vantaggi. È in quel game che Matteo chiude sul punteggio di 6-4, dopo 39 minuti di gioco.

A inizio secondo set l’australiano si mostra più aggressivo e non concede alcun punto in battuta all’avversario; dal canto suo Berrettini non è da meno e vince 8 punti dei nove giocati sul proprio servizio. Nel quarto game ritrova incisività in risposta e conquista tre palle break sullo 0-40, ma il “demonio” australiano con cinque punti consecutivi riesce a recuperare e vincere il game. Anche se lieve, Matteo subisce il contraccolpo psicologico per la grande chance sprecata e concede per la prima volta nel match una palla break. L’azzurro però è bravo a non portarsi troppo gli strascichi del game precedente e riesce a tenere la battuta. Nel nono gioco De Minaur torna a offrire la possibilità di break a Matteo, che dapprima non riesce a capitalizzare tre occasioni venendo anche rimontato da 15-40; alla quarta palla break a disposizione però Berrettini si mette finalmente nelle condizioni di servire per chiudere il match.

E cosi è: l’azzurro continua a bombardare col servizio De Minaur, il quale riesce a salvare uno dei due match point conquistati da Matteo. Il romano dunque conquista la prima finale di un ATP 500 in carriera e la terza finale dell’anno dopo le due consecutive di Belgrado e Madrid.

ENRICO RUGGERI

Adv
Adv
Adv
Back to top button