Tennis

ATP Umag: avanza ai quarti il solo Travaglia. Out Cecchinato e Giannessi

Adv

Solamente Stefano Travaglia è riuscito a conquistare i quarti di finale del torneo ATP 250 di Umag. Gli altri due italiani impegnati quest’oggi, infatti, sono stati entrambi eliminati. Si tratta di Marco Cecchinato ed Alessandro Giannessi, costretti a soccombere di fronte ai colpi rispettivamente del bosniaco Dzumhur e del francese Gasquet. Oltre all’ascolano rimane dunque in tabellone solamente un altro azzurro ovvero Gianluca Mager, che domani scenderà in campo in serata contro il tedesco Altmaier per disputare il suo incontro di ottavi di finale.

Travaglia 2 – Spagna 0: l’ascolano vola ai quarti di finale

Un’altra ottima prestazione per Stefano Travaglia (numero 91 ATP) al torneo ATP 250 di Umag. Il marchigiano, dopo Jaume Munar al primo turno, ha sconfitto quest’oggi un altro tennista spagnolo. Si tratta di Carlos Taberner (numero 108 ATP), giocatore in ottima forma che quest’anno si è reso protagonista già di due successi a livello Challenger. L’azzurro, tuttavia, non si è lasciato intimorire ed ha conquistato il match per 6-4 6-3 dopo 1h e 40 minuti di gioco. Per lui si tratta del secondo quarto di finale stagionale. Non raggiungeva un risultato simile addirittura dal Great Ocean Road Open di febbraio, quando poi si spinse sino all’ultimo atto ( sconfitto da Jannik Sinner). Al prossimo round per Stefano ci sarà l’ennesimo iberico, la testa di serie numero 1 Albert Ramos Vinolas (numero 43 ATP). Quest’ultimo ha spento in serata le speranze del pubblico locale andando ad estromettere in due set la giovane promessa del tennis croato Duje Ajdukovic (numero 275 ATP).

Ma arriviamo alla partita di oggi di Travaglia. L’italiano, infatti, ha dovuto recuperare un break di svantaggio nel primo set (era sotto 3-1). Una volta conquistato l’immediato contro break (3-2), però, ne è arrivato un ulteriore nel nono game, quello che ha permesso all’italiano di poter servire per il parziale. Nel secondo set l’ascolano è poi scappato sul 3-2 e servizio. Qui è arrivato l’unico passaggio a vuoto della frazione, con lo spagnolo che è potuto rientrare sul 3-3. Le velleità di rimonta del valenciano, tuttavia, sono state immediatamente frenate da Steto. Quest’ultimo ha infatti vinto tre giochi consecutivi (break nel settimo e nel nono gioco) che gli hanno permesso di ancorare il risultato sul 6-3.

Cecchinato fuori a sorpresa contro Dzumhur

Per la prima volta in carriera Marco Cecchinato ha perso un incontro sulla terra rossa contro Damir Dzumhur (numero 127 ATP). L’azzurro, infatti, era uscito vincitore dai quattro precedenti head to head su questa superficie. Quest’oggi, tuttavia, è incappato in una giornata decisamente negativa di fronte ad un avversario che dall’altro lato ha sfornato la miglior prestazione della sua stagione. Il bosniaco è sembrato letteralmente indemoniato sin dall’inizio ed alla fine si è imposto più che meritatamente con lo score di 6-3 6-1 dopo 1h e 08 minuti di gioco. Sarà lui a doversela vedere al prossimo turno contro il francese Richard Gasquet. Esce di scena dunque il campione di Umago del 2018, che ancora una volta non è riuscito a prendersi il secondo quarto di finale del 2021. Nel primo set Marco è stato subito punito a freddo dal break messo a segno da Dzumhur nel primo game. Il bosniaco ha servito il bis nel nono gioco dimostrando per tutto il parziale una notevolissima varietà di colpi ma soprattutto una grande solidità al servizio. Cecchinato è uscito visibilmente scoraggiato dalla frazione appena persa e purtroppo il secondo set lo ha dimostrato. Quest’ultimo è stato infatti un dominio del numero 127 del mondo, che ha trovato i break decisivi rispettivamente nel secondo e nel quarto gioco. Può veramente sorridere il giocatore bosniaco, che quest’anno aveva vinto appena due match a livello di circuito maggiore.

ATP Umag: si conclude agli ottavi di finale il bel torneo di Giannessi

Non ce l’ha fatta Alessandro Giannessi (numero 177 ATP) a raggiungere per la seconda volta in carriera i quarti di finale al torneo ATP 250 di Umag. Nel 2017 riuscì a spingersi addirittura sino alle semifinali, dove si arrese in tre set contro il connazionale Paolo Lorenzi. Quest’oggi il ligure si è dovuto arrendere all’esperienza di Richard Gasquet: 7-6 (4) 6-4 lo score finale in favore del francese dopo quasi due ore di gioco. Sarà proprio il numero 59 del mondo (testa di serie numero 4 qui in Croazia) l’avversario al prossimo turno del sopracitato Damir Dzumhur. Lo spezzino, passando al commento del match odierno, ha perso al tie-break un primo set in cui entrambi i contendenti non hanno concesso alcuna palla break. Certamente hanno fatto la differenza nel tredicesimo gioco i due servizi consecutivi persi dall’italiano quando il transalpino era sopra nel punteggio per 3-2. Nel secondo set, invece, il break decisivo è giunto nel terzo game per Gasquet. Quest’ultimo, poi, non ha avuto più difficoltà a condurre in porto il risultato. Impressionante la sua prestazione al servizio. A fine gara, infatti, saranno addirittura zero le occasioni di break concesse dal francese.

ENRICO RICCIULLI

Photo Credit: account Twitter ufficiale della Federazione Italiana Tennis, @federtennis

Adv
Adv
Adv
Back to top button