Tennis

ATP Vienna, esordio ok per Berrettini: battuto Popyrin in due set

Buona la prima per Matteo Berrettini, che nel primo set è messo in difficoltà dal qualificato Alexei Popyrin, ma che poi nel secondo trova il ritmo e la solida vittoria. Agli ottavi del 500 della capitale austriaca il romano sfiderà Nikoloz Basilashvili, che oggi ha battuto al terzo Carreno Busta.

Berrettini un po’ incordato nel primo, solido nel secondo

Il primo set si gioca in equilibrio sui turni di servizio dei due bombardieri in campo, ma un po’ a sorpresa è Popyrin ad avere più spesso in mano il gioco e trovare più agevolmente la via del punto. L’australiano è più falloso (saranno 16 i suoi errori non forzati nel parziale), ma colleziona anche 12 vincenti, contro i 4 di Berrettini. Il numero uno d’Italia, non tanto per demerito suo, invece fa fatica a prendere le misure in risposta, concedendo ampio spazio di manovra all’avversario, soprattutto a rete, dove Popyrin mette a referto 12 punti. Tuttavia è Matteo il primo a procurarsi l’unica palla break della frazione, poco prima di giocare il 25esimo tie-break della sua stagione. Qui l’australiano commette qualche leggerezza e subisce tre mini-break da un Berrettini cinico a chiudere sul 7-3 e portarsi avanti di un set.

Berrettini sembra rientrare meglio nella seconda frazione, migliorando le percentuali con la prima di servizio, sciogliendosi un po’ e trovando quasi subito due chance di break annullate non senza qualche difficoltà da Popyrin. L’australiano appare adesso meno attento, disturbato dalle risposte dell’avversario sulla prima, e nel sesto game un paio di errori non forzati lo costringono a cedere la battuta. Berrettini, che in tutto il set concede solo cinque punti, invece non fa mai avvicinare l’avversario al break e sul 6-3 archivia il passaggio del turno. Adesso per il numero 7 del mondo ci sarà Nikoloz Basilashvili, fresco finalista del Masters 1000 di Indian Wells, che oggi ha battuto in tre set Pablo Carreno Busta.

ENRICO RUGGERI

Photo Credit: via Twitter, @federtennis

Seguici su Metropolitan Sport

Adv
Adv
Adv
Back to top button