Calcio

Aubameyang e la malaria: “Momento peggiore della mia vita…”

Pierre-Emerick Aubameyang e la malaria. Un binomio che ha scosso tutto il mondo del calcio e l’universo dei Gunners. L’attaccante dell’Arsenal è guarito dalla malattia rimediata mentre era con la Nazionale, ma ancora non si sente in formissima a livello fisico.

Aubameyang e la malaria: un periodo davvero complicato

Ecco le parole dell’attaccante africano dell’Arsenal rilasciate a Football London. È stata una lotta davvero dura per Pierre-Emerick Aubameyang: “Mi sentivo molto male. Ho avuto la febbre per tre giorni di seguito, tutto il giorno e tutta la notte. È stato un momento davvero brutto. Adesso mi sento al 90%, sono decisamente pronto per giocare una sfida importante come questa. So che fisicamente manca qualcosa, ma la testa è molto al di più del 100% e può fare la differenza. Ho attraversato momenti difficili, anche mi madre non è stata bene. È stato un anno difficile per me. Adesso spero che la prossima stagione sarà diversa. Per me la vicinanza della famiglia è qualcosa di molto importante. E spero che chiunque possa averla sempre vicina“.

Problemi fisici: “Ho avuto delle stagioni ancor più brutte all’inizio della mia carriera. Sicuramente è la più complicata degli ultimi anni. Ho avuto alcuni problemi dentro e fuori dal campo ma sono fiducioso per questo finale di stagione. Non credo che le critiche siano esagerate, sicuramente fanno male, ma questo fa parte del calcio e a volte devi saperle accettare. Dopo quello che ho fatto negli ultimi anni le persone ovviamente avevano delle aspettative diverse. So che anche i tifosi si aspettano tanto da me“.

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv

Related Articles

Back to top button