Motori

Auto elettriche, differenze tra Mild-Hybrid, Plug-in Hybrid e Full electric

L’industria delle auto elettriche negli ultimi anni è cambiata profondamente con le vetture che sono diventate più complesse nella comprensione. Infatti tra le auto elettriche e ibride possiamo trovare diverse tipologie: plug-in Hybrid, full electric o mild-Hybrid. Ma cosa sono tutti questi nomi diversi? Andiamoli a scoprire in vista del blocco per auto benzina e diesel previsto per il 2035.

Auto elettriche Full Electric, cosa sono?

Le auto full-electric sono vetture senza motore tradizionale a bordo, che sia diesel o benzina. La Society for Motor Manufacturers and Traders (SMMT) definisce questo tipo di automobili “Battery Electric Vehicle” (BEV). Il mercato delle vetture completamente elettriche si sta espandendo moltissimo con un aumento del 300% rispetto allo scorso anno nonostante la pandemia abbia ridotto quasi tutte le vendite di auto. Le vetture elettriche saranno probabilmente il futuro con prestazioni elevatissime e batterie che consentiranno kilometraggi incredibili. Però adesso passiamo alle vetture Hybrid (nelle quali possiamo trovare diverse sottocategorie) che possono essere definite come “il filo conduttore tra le auto tradizionali e il futuro”.

Auto elettriche SUV audi
L’Audi e-tron full-electric – Photo Credit: Audi

Auto elettriche Full-Hybrid, definizione e caratteristiche

Una vettura full-Hybrid è composta da un motore a combustione interna accoppiato con un piccolo motore elettrico a supporto. Bisogna precisare che alcune di queste vetture permettono di procedere solo con il motore elettrico ma solo per brevissime distanze. Il piccolissimo pacco batteria è ricaricato solitamente dal motore diesel/benzina o dalla frenata rigenerativa: questa opzione è in grado di ricaricare la batteria trasformando l’energia cinetica in energia elettrica. Questo tipo di configurazione full-Hybrid permette ovviamente un grande risparmio di carburante nelle zone urbane mentre in alcune occasioni sono peggiori delle auto diesel nelle strade extra-urbane.

Auto elettriche Kia niro ibrida
La nuova Kia Niro ibrida- Photo Credit: KIA

Mild-Hybrid, vetture elettrificate ma non troppo

Il motore Mild-Hybrid (M-HEV) è quello meno elettrificato tra tutti i motori ibridi in quanto un piccolo motore elettrico fornisce un aiuto minimo al motore termico. La propulsione elettrica aiuta il motore tradizionale soprattutto in accelerazione o come supporto ai servizi della vettura. Le batterie in questo caso sono davvero piccolissime e non permettono alle auto di muoversi solo in modalità elettrica. Anche in questo caso la batteria si ricarica in decelerazione potendo fornire di nuovo l’aiuto al motore in maniera immediata. Da segnalare che le emissioni e i consumi sono molto simili a quelli non ibridi ma l’usura del motore è ridotta.

Auto elettriche sistema trazione quattro
Il mild-hybrid dell’AUDI A8 – Photo Credit: Audi

Auto elettriche PHEV, caratteristica motore

Le vetture Plug-in hybrid sono quelle che più si avvicinano ad una vettura elettrica. Le auto con questa tecnologia hanno delle batterie intermedie tra quelle full-hybrid e quelle elettriche. Queste auto viaggiano in modalità elettrica ed il motore termico entra in funzione solo per ricaricare le batterie. Spesso l’autonomia di queste auto in modalità elettrica si aggira sui 70 km per cui è davvero possibile fare dei viaggi casa-lavoro con il solo motore elettrico. Nei viaggi lunghi ovviamente si elimina “l’ansia da ricarica” poiché basta riempire il serbatoio e ripartire.

Toyota Prius elettrica
La Toyota Prius PHEV – Photo Credit: Toyota

SEGUICI SU:

Back to top button