Calcio

Avellino-Catanzaro, Calabro si gioca tutto: le probabili formazioni

Avellino-Catanzaro in campo oggi dalle 15.00 al “Partenio-Lombardi” per quella che sarà la nona gara del campionato di Serie C girone C. L’una davanti all’altra ci saranno due formazioni deluse dall’ultimo turno di campionato, con i calabresi, praticamente, sull’orlo di una crisi di nervi e con Calabro messo in forte discussione.

Il momento dell’Avellino

La formazione irpina arriva alla sfida di questo pomeriggio da imbattuta, con 14 punti in sei gare (4 vittorie, 2 pareggi, 0 sconfitte). L’ultima gara giocata dalla squadra di Piero Braglia è stata quella dello scorso 28 ottobre contro la Turris in casa, recupero della prima giornata di campionato. Il risultato finale non ha certo soddisfatto l’ambiente, poiché l’Avellino, dopo essere passato in vantaggio di due reti grazie ai gol di Santaniello e Tito e dopo l’espulsione di Maniero, negli ultimi 5 minuti di gioco si è fatto raggiungere dagli avversari sul pareggio, bravi con Persano e Romano a centrare un pareggio a quel punto insperato. Quello delle sfide casalinghe, a ben guardare, sembra essere un neo della squadra campana. Dalle tre gare interne, infatti, ha ricavato “solo” 5 punti. Alla vittoria ottenuta per 3-1 contro la Casertana, infatti, si accompagnano i deludenti pareggi con la Juve Stabia e la Turris, come detto. Piuttosto solido, tuttavia, l’impianto difensivo. Con 4 gol al passivo, l’Avellino può contare sulla seconda miglior difesa del girone.

Gli highlights di Avellino-Turris

Il momento del Catanzaro

Momento piuttosto complesso e teso in casa Catanzaro. La squadra giallorossa, che in classifica dopo sette turni, occupa le posizioni centrali con 9 punti (2 vittorie, 3 pareggi, 2 sconfitte), non festeggia la vittoria da tre turni. L’ultimo successo pieno della formazione di Calabro, infatti, risale al 18 ottobre scorso, quando in casa, contro il Foggia, riuscì a superare i rossoneri pugliesi con lo score finale di 2-1. Dopo quella vittoria, il Catanzaro ha chiuso in parità la sfida esterna contro la Casertana (0-0), perso pesantemente a Terni con le Fere per 5-1, e di nuovo pareggiato in casa mercoledì, contro il Palermo per 1-1. Gara, quest’ultima, piuttosto rocambolesca, con i calabresi in gol a 15 minuti dalla fine del match con Evacuo, sopra di due uomini rispetto agli ospiti siciliani per le espulsioni comminate a Broh e Crivello, eppure incapaci di evitare la rete del pareggio del Palermo, ad onor del vero frutto di uno sfortunato autogol di Evacuo. Nella conferenza stampa postgara, il DG Foresti non è riuscito a trattenere la rabbia accumulata, e la conseguenza di questo deludente cammino è che il gruppo si è ritrovato in ritiro per direttissima. Un ulteriore dato negativo accompagna la squadra calabrese. L’unica vittoria ottenuta fuori casa in questa stagione, è quella arrivata ai calci di rigore contro il Chievoverona in Coppa Italia lo scorso 30 settembre, mentre in campionato, tale exploit è riuscito alla formazione calabrese contro il Rieti nella passata edizione della Serie C e più precisamente l’8 febbraio di quest’anno.

Gli highlights di Avellino-Catanzaro

Precedenti e curiosità

Gli annali del calcio raccontano di numerose sfide tra Avellino e Catanzaro. Considerando soltanto quelle giocate in Campania, se ne contano 14. Per 9 volte gli irpini si sono imposti sugli avversari, mentre in altre5 occasioni la gara è terminata in pareggio. In altre parole, se Calabro volesse entrare nella storia del club giallorosso, dovrebbe centrare quella che passerebbe alla storia come la prima vittoria sul campo dell’Avellino del suo Catanzaro. Anche per lui, peraltro, sarebbe la prima volta. Lo scorso anno Avellino-Catanzaro non si è disputata, così che che l’ultima vittoria ottenuta dagli irpini contro i calabresi, data 16 dicembre 2012. In quella circostanza la sfida terminò con il punteggio di 2-0 (Biancolino e Castaldo in gol per i padroni di casa).

Un ex per parte. Piero Braglia, che in questa stagione guida brillantemente l’Avellino, tra il 2003 ed il 2004, per 44 volte si è seduto sulla panchina del Catanzaro, prima che si interrompesse il rapporto sportivo. Felice Evacuo, infine, ha difeso i colori dei lupi irpini per due volte in Serie C 1. La prima volta è accaduto nell’edizione 2004-05 (32 presenze ed 8 gol), mentre la seconda nel campionato 2006-07 (31 presenze e 15 reti).

Le probabili formazioni di Avellino-Catanzaro

Braglia in questa circostanza, non potrà contare sul contributo di Maniero causa squalifica e neanche su quello di Forte tra i pali per infortunio. Riavrà, tuttavia, disponibili Silvestri, Fella, Errico (anche se non al massimo della condizione), Rizzo e Ciancio. Convocato anche l’estremo difensore Riccardo Leoni, ultimo elemento aggregatosi alla rosa dei campani, considerati i tempi lunghi previsti per il recupero di Forte.

Calabro, invece, dalla parte opposta non ha defezioni particolari e prima della sfida, parlando con i giornalisti, si è detto certo che il gruppo darà più del 100%. La formazione che il tecnico ex-Viterbese potrebbe far scendere in campo ad inizio della sfida, presenterà alcune differenze rispetto all’ultima sfortunata uscita di campionato, con ballottaggi sia a centrocampo che in attacco.

Avellino (4-2-3-1): Pane; Silvestri, Miceli, Rocchi; Ciancio, Aloi, D’Angelo, De Francesco, Tito; Fella, Santaniello. A disp.: Leoni, Pizzella, Dossena, Nokolic, Errico, Bruzzo, Rizzo, Burgio, Bernardotto, Adamo. All.: P. Braglia

Catanzaro (3-5-2): Branduani; Fazio, Martinelli, Pinna; Garufo, Altobelli, Corapi, Verna, Contessa; Evacuo, Di Massimo. A disp.: Iannì, Di Gennaro, Salines, Riggio, Riccardi, Baldassin, Cusumano, Curiale, Di Piazza, Carlini. All.: A. Calabro

Arbitro: Andrea Colombo (Como) Assistenti: D. Fontemurato-F. Ciancaglini Quarto Ufficiale: C. Petrella

Come vedere Avellino-Catanzaro

Avellino-Catanzaro sarà trasmessa da Eleven Sports a partire dalle 14.15 sui propri canali telematici. In questa occasione non è richiesto alcun abbonamento e dunque la visione della agra sarà gratuita.

Articolo precedente

Seguici su:

Pagina Facebook Il calcio di Metropolitan

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Lega Pro

Adv

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?

Related Articles

Back to top button